venerdì 22 agosto 2014

Il boom di linkedin

Tra le cose più curiose di questa estate c’è stato l’incremento notevole di connessioni su Linkedin: il servizio web di rete sociali legato principalmente allo sviluppo di contatti professionali. 

Non sono in grado di dirvi esattamente quante connessioni ho raggiunto, perché una volta superata la soglia dei 500 contatti il valore rimane di default e il contatore pubblico cessa di aumentare, ma sono comunque tantissime e sono in crescita continua giorno dopo giorno, come sono in continuo aumento le visite del profilo. 

Un vero boom.   Un aumento davvero notevole che ha preso il volo, stranamente, nel mese di luglio e in questa prima parte di agosto, lasciandomi particolarmente perplesso (se  li metto a confronto con i risultati degli altri social che uso). 

Il motivo di tale incremento, incremento che io considero un grande successo

Senza dubbio l’aver inserito nella pagina del profilo un curriculum dettagliato con i giusti riferimenti e link del blog. 

Un altro vantaggio ritengo sia dovuta ad alcune connessioni che hanno favorito una specie di decollo virale. Va detto che è aumentato in proporzione anche il numero di messaggi di posta legato a queste connessioni, dando lustro e fiducia ai progetti in corso. 

C’è molto da fare il profilo Linkedin deve essere visitato e aggiornato quotidianamente… 

E naturalmente mancano qualche bella raccomandazione e gli endorsements (una specie di certificazione delle varie competenze). 

In ogni caso, il mio consiglio, è quello di provvedere subito a crearvi un account se ancora non lo avete, il vostro profilo professionale ne trarrà vantaggio.

giovedì 21 agosto 2014

Un libro acquistato in un luogo strano

Da qualche tempo c’è in ballo una polemica di alcune grosse case editrici straniere e molti scrittori e autori nei confronti di Amazon, accusata di voler creare un monopolio e distruggere gli editori. 

Non mi pronuncio in merito, mi limito a segnalare l’ultimo articolo che ho letto riguardo alla questione, L’editore di Harry Potter guida la rivolta tedesca pubblicato l’altro ieri sul sito del Corriere della Sera. Una lotta tra giganti che per il momento mi vede ancora defilato nell’esprimere giudizi e tanto meno lo chiedo a voi. 

Però la faccenda mi ha suggerito il post odierno. Confesso di aver comprato pochissimo materiale su Amazon, pur possedendo un account di affiliazione e per quanto riguarda i libri ho la fortuna, ho sfortuna - decidetelo voi - di riceverne in regalo quasi due a settimana. Storie e saggi da leggere non mancano. 

Capirete a questo punto che non ho più neppure il bisogno di recarmi in libreria o ricorrere ad altri store on line per comprarne altri, anche se ho nostalgia di una vecchia libreria dove mi sono rifornito a lungo nel corso degli anni novanta… 

Per il resto, riferendomi al titolo dell’articolo, e perdonatemi se ne parlo solamente in coda al post, ricordo con piacere una copia di Fiesta in spagnolo dello scrittore Ernest Hemingway, acquistata al Rastro, il famoso mercatino delle pulci di Madrid,  durante una vacanza di qualche anno fa. 

Credo sia quello il luogo più strano dove ho acquistato un libro, d’altronde fu pure una delle vacanze più originali che trascorsi.

A voi la parola naturalmente!

mercoledì 20 agosto 2014

Libri di spiaggia

Piove e siete annoiati? C’è il sole e siete disidratati dalla fatica e dall’afa? Siete stanchi? Ieri sera avete fatto bagordi e stamattina vi sentite a pezzi? Avete finito le vacanze? 

Peggio ancora avete finito i soldi? Tra qualche giorno rientrate in città, ricomincerete la routine quotidiana e addio a qualche giorno di vacanza almeno sino a Natale

Siete stressati, nervosi e avvertite il peso della sindrome del ritorno? Durante le ferie avete mangiato troppo e ora vi sentite tremendamente appesantiti? 

Be’ prima di far tornare tutto nella norma c’è ancora una piccola cosa che vi chiedo di fare. 

Purtroppo mi sono dimenticato di pubblicare il solito articolo inerente ai consigli letterari estivi, ma rimedio subito e non vi chiedo neppure di leggere e recensite un libro in merito. 

 Ciò che dovete fare è soltanto aggiungere il titolo di un libro che vi è passato sotto gli occhi in questi giorni, o in questo istante e prossimamente. 

Può essere tranquillamente quello in lettura, posato sul vostro comodini. Ma può essere anche quello che sta leggendo, se alzate gli occhi lo vedete, il vostro vicino di ombrellone in spiaggia o quello del signore seduto sul terrazzo del rifugio alpino (anche se stona con il titolo), basta andare oltre il piatto di polenta. 

Può essere semplicemente il titolo di un libro che vi è passato davanti mentre scorrevate la home del vostro social preferito. 

Le opzioni sono tante e la fatica da fare minima, quindi non tergiversate: il titolo che suggerite potrebbe essere un buon investimento letterario per i tempi futuri, ma non faccio distinzioni di genere.

martedì 19 agosto 2014

Iscriviti alla Newsletter

Da alcuni mesi ho inserito la possibilità di abbonarsi tramite posta elettronica al blog, ma ancora non avevo approfittato di un post per pubblicizzare l’automatismo. 

Naturalmente per un blogger avere una Newsletter è importantissimo. Non vorrei esagerare ma dopo qualche anno di attività di blogging, una newsletter diventa più necessaria dei vari social stessi (pagine facebook, profilo twitter, ecc...) 

Per chi lo desidera quindi, sappiate che è possibile iscriversi e ricevere per Email un avviso di ogni mio nuovo articolo pubblicato sul blog, il tutto con una serie di piccolissimi passaggi. 

La procedura per iscriversi alla Newsletter è semplicissima, basta inserire nel form che trovate in alto a destra nel blog il vostro indirizzo email e ricevete nella casella di posta un messaggio di questo genere: 


Ciao a tutti, 

recentemente è stato richiesto un abbonamento e-mail a Ferruccio Gianola. Per attivare immediatamente l’abbonamento e ricevere gli aggiornamenti desiderati via e-mail, fate clic sul seguente link: 

http://feedburner.google.com/fb/a/mailconfirm… 

(Se il link sopra non appare cliccabile o non si apre un browser finestra quando si fa clic su di esso, copiarlo e incollarlo nel browser del web Posizione bar.) Appena l'abbonamento è attivo, FeedBurner invierà una e-mail ogni volta che il blog di Ferruccio Gianola pubblicherà nuovi contenuti. 

Se non avete richiesto questo abbonamento, o desiderare non attivarlo, non intraprendete nessuna azione. Vi basta eliminare questo messaggio e sarà la fine di esso. 


Un’operazione semplicissima, dunque. Potrete accedere direttamente ai contenuti del mio blog mediante la posta in arrivo con un semplice clic

Non esitate, se siete soliti leggere gli articoli del mio blog vi sarà ancora più facile visualizzarli e mi farete contento.

lunedì 18 agosto 2014

Il collezionista di libri autografati: Richard Warren

Richard Duane "Rick" Warren (nato il 28 Gennaio 1954) è un pastore evangelico. Americano, è il fondatore della Saddleback Church, un culto evangelico con sede a Lake Forest, California, considerata l’ottava la chiesa in ordine di grandezza degli Stati Uniti. 

Richard Warren è anche un autore di successo di molti libri a carattere religioso, tra cui la sua guida al ministero della chiesa e l'evangelizzazione, The Purpose Driven Church, e il più noto The Purpose Diven Life, libro che ha venduto oltre 30 milioni di copie, facendo di Warren un autore di bestseller per il New York Times

Il pastore è anche l’ospite della rubrica dedicata ai primati letterati di questo lunedì visto che secondo il Guinness dei primati è il detentore di un singolare record: nella sua vita avrebbe raccolto 2.381 libri, tutti autografati dai loro autori originali, risultando il collezionista principe. 

Rick Warren ha iniziato a costruire la sua biblioteca personale nel 1970, quando aveva solo sedici anni. 

Nel corso degli anni, mentre viaggiava e teneva conferenze in giro per il mondo, ha cominciato a chiedere agli autori che incontrava di autografare i loro libri destinati a lui, tanto che alla fine molti altri autori, venuti a conoscenza di questa particolare raccolta, hanno cominciato a mandargli i loro libri autografati

La collezione, prima di essere inserita nei World Guinness Record è stata verificata da un libraio specializzato in libri rari e membro dell’ABAA (Associazione Librai Antiquari d'America ).



domenica 17 agosto 2014

A pranzo con Il giovane Holden di Jerome David Salinger

Il giovane Holden 
Non occorre aver trascorso qualche anno della propria vita in collegio per leggere e gustarsi in pieno un capolavoro letterario come Il giovane Holden di Jerome David Salinger

Ma se come me lo avete provato, troverete ancora più spassosa e realistica la lettura delle vicende del sedicenne figlio di papà Holden Caulfied

Anche nel mio caso la bistecca c’era solo durante qualche avvenimento e - tralasciando l’aspetto legato al cibo, quasi irrisorio nelle semplici frasi descrittive che seguono - molte cose del romanzo mi riportano ai miei sedici anni. 

Credo di aver parlato del romanzo anche nella vetrina

Un libro da leggere assolutamente anche se non placa la fame. 

1 - A Pencey, il sabato sera, la cena era sempre la stessa. E siccome ti davano la bistecca passava per un avvenimento. 

2 - Una colazione abbondantissima, per me - succo d’arancia, uova al prosciutto, pane tostato e caffè. Di solito bevo soltanto succo d’arancia. 

3 - Quando lasciai la pista di pattinaggio avevo un po’ di fame, sicché andai in quel drug store, presi un panino al formaggio e un latte al malto e poi entrai in una cabina telefonica. 

4 - Io presi un po’ di caffè e circa la metà di un dolce duro come un sasso o quasi. 

5 - Così entrai in quel ristorante che aveva tutta l’aria di essere molto economico e presi frittelle e caffè. Solo che le frittelle non le mangiai. 

Buon appetito!