giovedì 3 giugno 2021

Io non leggo perchè...

Ho pensato alle varie volte in cui qualcuno mi ha detto Io non leggo perché… Be’ ho fatto una selezione e realizzato un post che parla di questo argomento prendendo come spunto cinque situazioni che ricordo. 

 

“Ci sono troppi personaggi” - Una volta una persona mi chiese un libro poco voluminoso da leggere. Prestai a questa persona Il paese del Carnevale di Amado. A me era piaciuto molto, erano poco più di un centinaio di pagine e pensai che sarebbe stato l’ideale. Purtroppo il giorno dopo il libro mi fu restituito perché c’erano troppi personaggi e non era quello che si aspettava da un romanzo. 

“Ho già visto il film” - Ho già descritto gli aneddoti che ruotano attorno al come e al perché sono andato a recuperare Balla coi lupi di Michael Blake. Un romanzo che lessi in un paio di serate. Cercai di farlo leggere a un persona ma lei mi disse che aveva già visto il film e non poteva trovarci nessun tipo di interesse. 

“Non pensavo fosse così spesso” - Una volta mi fu chiesto Per chi suona la campana di Ernest Hemingway. Quando presentai il libro a quel tale il tutto si fermò. Mi disse che era troppo spesso e le pagine erano scritte con caratteri troppo piccoli. Non lo avrebbe letto neppure se avesse avuto un anno di tempo. 

“Era antisemita e filonazista” - Tra i libri più scioccanti che ho letto c’è Viaggio al termine della notte di Celine. Ritengo sia un romanzo irrinunciabile per chiunque. Per me fu uno shock, lo ammetto e per diverso tempo non potei leggere altro. Lo consiglio sempre. L’ho consigliato anche a una persona che consideravo colta e aperta ma rifiutò apertamente dicendomi che non avrebbe letto nulla di uno scrittore che aveva manifestato nella sua vita sentimenti antisemiti e si fosse compromesso con il nazismo. 

“…” - A un ragazzo che conoscevo diedi da leggere Fanteria dello spazio di Heinlein. Pensavo di portare qualcuno al lato oscuro della lettura. Il giorno dopo il libro mi tornò indietro, il ragazzo mi disse che lo aveva letto la sera precedente. Mi domandai come avesse potuto farlo, ma fu più divertente chiedergli se gli era piaciuta la fase in cui Jim trovava il tesoro (fu la prima cosa che mi venne in mente per coglierlo in castagna). Il ragazzo rispose che l’aveva trovata deliziosa. Anche per me erano dei passi di letteratura fantastici. 

 

“Grazie per la lettura” 

 

6 commenti:

  1. “Ho già visto il film”: questa è forse la peggiore. Ho letto diversi romanzi conosciuti proprio perché prima avevo visto il film e di solito ho preferito proprio il romanzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sia indice di non capire per nulla la letteratura. Spesso - anche se la storia è la stessa - tra romanzo e film c'è un oceano di mezzo

      Elimina
  2. Un mio amico che non legge dice che non lo fa perché se lascia un testo a metà, poi non riesce a riprenderlo, quindi si limita a leggere i giornali, dove ci sono articoli che può iniziare a leggere e terminare.
    Devo dire che questa non l'avevo ancora sentita :-)

    RispondiElimina
  3. beh, una motivazione classica è "Non ho abbastanza tempo..."

    RispondiElimina

Questo blog ha i commenti in moderazione.

Info sulla Privacy