giovedì 18 febbraio 2021

I segni del tempo

Mi sono accorto che tra qualche mese dovrò rinnovare la mia carta d’identità. Sono già trascorsi dieci anni dall’ultima volta. La foto che mi ritrae nel vecchio documento non mostra un’immagine molto diversa da quello che sono adesso. Indizio che ho tenuto bene i segni del tempo, nonostante tutto. 

 

L’estate scorsa, mentre salivo le scale mobili, presso un centro commerciale di Lecco, sono stato fermato da una donna che conoscevo e che non vedevo da dieci anni. È lei che mi ha riconosciuto e mi ha fermato a dire il vero: mi ha guardato, mi ha sorriso e poi mi ha detto che ero ancora la stessa persona uguale ai tempi della nostra frequentazione di carattere professionale. Per lei non ero cambiato per niente. 

Non so se è vero. 

Avevo la mascherina sul viso e i capelli un po’ più lunghi del solito. Indossavo una tuta e delle scarpe da tennis. Credo fosse più abituata a vedermi in giacca e cravatta. 

Tuttavia se penso al periodo in cui per lavoro frequentavo questa donna devo ammettere che forse ha ragione e non sono cambiato molto, almeno dal punto di vista fisico. 

Non sono ingrassato rispetto ad allora, e neppure dimagrito. Non ho perso capelli anche se sulle tempie si sono ingrigiti appena appena. Non ho problemi ai denti. Non si sono fatte più profonde le rughe sul viso. 

Con l’avanzare degli anni non ho sviluppato nessun doppio mento. 

Non ho avuto problemi fisici alle ossa e alle articolazioni. 

Tolto qualche raffreddore stagionale non ho avuto malattie. 

Insomma credo che potrei lasciare la stessa foto sulla nuova carta d’identità e non ci sarebbe molto da stupirsi. 

Ovviamente interiormente le cose sono cambiate. 

Ho scritto tre romanzi e una cinquantina di racconti. Ho pubblicato sul mio blog e da altre parti migliaia di articoli. Mi sono occupato di musica e di arte. Ho mostrato l’arte di mio padre in giro per il mondo. 

Ho assistito a concerti musicali di grande livello. Ho conosciuto pittori, musicisti e anche scrittori di spessore. Ho conosciuto e frequentato donne bellissime. Ho mangiato pietanze nuove. 

Ho smesso di bere alcol. 

Ho vissuto lutti devastanti e ho vissuto momenti drammatici. Ho incontrato persone magnifiche e persone tutte all’opposto. 

Mi sono demoralizzato in certi momenti ma ho tenuto duro. Ho tollerato l’ipocrisia e la falsità. In altri momenti mi sono esaltato e ho perso l’attimo, illudendomi. 

Ma esteriormente credo di non essere cambiato molto. Credo di non essere invecchiato troppo. Anche se dieci anni sembrano volati in ventiquattrore. 

 

“Grazie per la lettura” 

 

2 commenti:

Questo blog ha i commenti in moderazione.

Info sulla Privacy