mercoledì 17 luglio 2019

Cinque categorie di blog da cui rifuggo

I primi tempi che avevo un blog ho cercato traffico sui blog di altri utenti con i quali interagivo attraverso alcuni forum. Erano forum letterari e culturali e ancora adesso devo ammettere che faccio fatica a seguire blogger che non trattano o che non rientrano in questo raggio di azione. Di norma e come è giusto fare restituisco le visite di chi si affaccia sul mio blog la prima volta, indipendentemente dalla tematica ma penso di essere molto corretto nel dire che non amo particolarmente Cinque categorie di blog, da cui rifuggo... 

Chi ha un blog sa che sovente è visitato e letto da altri blogger. Si tratta di una delle prime cose che accadono quando si apre una piattaforma. Spesso è un meccanismo usato per farsi conoscere. Ovviamente questo aspetto riveste molta importanza all'inizio, ma quando un blog è bene avviato certi trucchi non servono più. Adesso per etica e per educazione restituisco la visita e a volte anche il commento ma difficilmente riesco a interagire e a entrare in sintonia con blog che parlano di: 

Cronaca e gossip 
Non sono a mio agio tra i blog di cronaca, specialmente quando questa è più rivolta al gossip. Forse per il fatto che mi sembrano tutti dei blog dispensatori di minestra riscaldata. Forse non li apprezzo perché siamo pressati da giornali e media giorno e notte. Insomma non vado su un blog a cercare quello che rifuggo in altri contesti. 

Politica 
Sono convinto che non serva fare politica con un blog (sempre ammesso che non si sia un personaggio dal peso politico importante). Sono convinto che le idee politiche di un blogger si possono facilmente capire dai contenuto che pubblica sul suo blog. Evito ancora di più i blog che cavalcano le notizia di cronaca politica, mi danno purtroppo l'idea di gente senza spina dorsale che si deve aggrappare a qualcuno per scrivere qualcosa. Ma trovo assolutamente ridicolo che usa un blog per fare politica spiccia. 

Religione 
Non ho nulla contro la religione in sé, non sopporto però l'invadenza della religione: di qualsiasi fede essa sia. Dopotutto un po' come l'aspetto politico anche l'aspetto religioso o la fede religiosa è facilmente riscontrabile da quello che si scrive. Non c'è bisogno dimetterla in piazza e sopratutto non c'è bisogno di ergersi a paladini invadendo il territorio di altri. 

Videogiochi 
Non ho mai amato troppo i videogiochi, benché abbia passato metà della mia vita lavorativa e passerò molto probabilmente l'altra metà tra i computer e il mondo digitale. Ma con i video giochi ho sempre avuto un brutto rapporto. Mi sono limitato al gioco delle carte con il mouse, ma per il resto ho un netto rifiuto per tutto ciò che riguarda giochi e giochi di ruolo. 

Niente (senza identità) 
Mi è capitato molte volte di avere a che fare con blog che io considero senza identità. I più insopportabili dal mio punto di vista. Blog che parlano di tutto e di niente. Blog che passano dalla politica al cibo, dalla musica al gossip. Spesso sono gestiti da blogger che ti danno pure consigli. L'aspetto curioso è che spesso sono molto commentati ma sono commentati proprio perché non valgono niente. 

"Grazie per la lettura"

12 commenti:

  1. Esclusi i videogiochi ammetto che ogni tanto tocco tutti gli altri quattro argomenti (specie il Niente..ihih), ma ti vedo di rado da me, anche quando parlo di viaggi, poesia o letteratura, oppure recensisco libri e film... diciamo che devi appassionarti molto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco politica, gossip, sciocchezze e altre amenità soggettive e decontestualizzate mi fanno ribattere. Grazie

      Elimina
  2. Direi che il tuo pensiero sia più che valido e personalmente lo condivido. Buona giornata a te

    RispondiElimina
  3. Condivido anch'io, Ferruccio, spesso guardo i blog del mio settore, ma non vado molto in giro a guardare gli altri, forse sbaglio! Mi mandano molti post con poesie e scritti vari, che il piu' delle volte non riesco a finire di leggere. Lunghi e prolissi. Invece seguo due blog che trattano la storia, e poi blog, in inglese che parlano di wordpress. Un caro saluto!

    RispondiElimina
  4. Leggo pochi blog, tra i quali il tuo
    Alessia

    RispondiElimina
  5. Visito volentieri il blog di chi commenta da me, ma dopo un paio di visite continuo a seguire solo se sono davvero interessata. Non sono contraria allo "scambio di attenzione" in sé, chiamiamolo così; fa parte dei rapporti umani. Il tempo però non va usato con leggerezza, quindi una selezione è d'obbligo. Sui blog abbiamo gusti abbastanza simili, mi sembra.

    RispondiElimina
  6. Sono gli stessi argomenti che escludo dalle mie conversazioni sia sui social che tra la gente. Sono categorie le quali non mi interessa approfondire né leggerne. Escluso quella dei videgiochi, che non mi appassiona e va da sé non seguo, le altre le tengo alla larga da me, non attribuisco colpe, solo è per come sono fatto io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In linea di massima neppure io attribuisco colpe... Ma è sempre meglio essere chiari con chi legge. Nick, con un blog, tu sai che arriva di tutto.
      Grazie

      Elimina

Questo blog ha i commenti in moderazione.

Info sulla Privacy