domenica 14 luglio 2019

A pranzo nei luoghi Hemingwayani di Madrid

Ricordo una calda estate a Madrid. Giornate che sfioravano i quaranta gradi. Le prime volte che provavo il Jamon de Bellota e che osservavo le immagini con la lista dei platos combinados fuori dai caffè sulla Gran Via e in Puerta del Sol. Ricordo la ricerca quasi affannosa dei luoghi Hemingwayani e quella di un po' di frescura per un pranzo tra i portici di Plaza Major... 

Il primo albergo in cui ho pernottato a Madrid era situato sulla Gran Via. Un albergo presente anche nel romanzo Pata Negra. Da lì sono partiti molti dei miei itinerari alla ricerca dei luoghi Hemingwayani di Madrid. Quasi tutti hanno a che fare con il classico spuntino letterario domenicale. 

Cervecería Alemana 
La Cervecería Alemana è uno dei luoghi che Hemingway frequentava a Madrid con più assiduità. Ne parla nel romanzo Il giardino dell'Eden, suo secondo lavoro postumo. Ho un aneddoto particolare riguardo alla zona in cui si trova. La zona attorno a Plaza Santa Ana è molto affollata e frequentata da abili borseggiatori, quella sera ero in giro con mio fratello e Antonio Canales e ricordo che Antonio mi strattonò trascinandomi vicino a lui quando vide che mi addormentavo a contemplare i vicoli: mi disse che così facendo sarei rimasto senza mutande nel giro di pochi minuti. 

Botín 
Il ristorante è citato su Otium in più di un'occasione. Hemingway ne parla in Fiesta e in Morte nel pomeriggio. Ci sono stato un paio di volte a pranzo e ho mangiato maialino al forno come aveva fatto Papa. 

Bar Museo Chicote 
Alcuni racconti sulla guerra civile spagnola sono ambientati nel Bar Museo Chicote, quando si chiamava Bar Chicote o Bar Perico Chicote, un luogo simbolo di Madrid e di Hemingway. Non manca tra i miei itinerari ogni volta che sono a Madrid. Un fan di Hemingway non può evitare un cocktail al banco o ai tavoli del locale. 

Casa de Campo 
Non so se Hemingway ha pranzato in questo parco. Ne parla nel romanzo "Per chi suona la campana" ed è assai probabile che l'abbia fatto. Io ho mangiato una volta delle costolette di agnello. Alla fine ho fatto anche un giro sulle giostre. 

Parco del Retiro 
Uno dei luoghi più freschi di Madrid per conto mio. Un posto amato da tutti e suppongo anche da Hemingway. Non ho mai mangiato dentro il parco, ma subito fuori, sulla strada di fronte a uno degli ingressi, c'è "Casa Domingo". Ho mangiato del coniglio in umido e ho bevuto la prima volta del Rioja Alta. Un ristorante in cui mi viene voglia di andare tutte le volte che vado a Madrid. 


"Grazie per la lettura" 

- Leggi anche In vacanza nella Spagna di Hemingway

4 commenti:

Questo blog ha i commenti in moderazione.

Info sulla Privacy