giovedì 20 giugno 2019

Uno Zane Grey da scoprire

Strano che un appassionato del mondo western come il sottoscritto abbia uno Zane Grey ancora tutto da scoprire. Certo, ne ho sentito parlare diverse volte, ma dubito di averlo preso in esame seriamente questo dentista scrittore, almeno sino a oggi... 

Pearl Zane Grey (31 gennaio 1872 - 23 ottobre 1939) è stato uno scrittore americano, è noto per i suoi romanzi d'avventura e le sue storie associate al genere western, arrivando a idealizzare la frontiera americana: Riders of the Purple Sage è stato il suo libro più venduto, ma la sua produzione è sterminata. 

Oltre al successo commerciale delle sue opere, i suoi libri hanno avuto una seconda vita e un'influenza continua visto che spesso sono stati adattati per film e produzioni televisive. I suoi romanzi e i suoi racconti sono stati adattati in 112 film, ma non bisogna dimenticare le serie televisive. 

Ora se ci penso, potrei dire che che il nome di questo autore l'ho notato nei titoli di coda di qualche film, ma sinceramente non ho idea di come possa essere il suo stile di scrittura e come sia la sua narrativa. 

Certo ha un nome affascinante ed è assai probabile che un cultore del mondo western si debba fare un'idea del suo stile e del suo modo di raccontare le storie. 

Non so quanto della sua narrativa sia disponibile in lingua italiana o se bisogna orientarsi sulla lingua originale per poter leggere qualcosa di suo. Sono fermo al palo, purtroppo, perciò se ne sapete qualcosa, non abbiate timore a parlare e a commentare. 

Io mi limito ad aggiungere l'incipit di un suo romanzo citato sulle pagina di Wikipedia:

Quando Madeline Hammond scese dal treno a El Cajon, nel Nuovo Messico, era quasi mezzanotte; e la sua prima impressione fu di trovarsi in una deserta e tenebrosa immensità, pervasa da uno strano silenzio rotto soltanto dal soffiare di un vento freddo: il range, stendentesi all'infinito sotto una volta oscura punteggiata da grandi stelle bianche e scintillanti. 
– Signorina, non c'è nessuno ad aspettarvi – le disse il ferroviere che annunciava il nome della stazione, con una certa inquietudine nella voce. 
– Ho telegrafato a mio fratello – replicò Madeline, – Ma siccome il treno è tanto in ritardo, forse egli si sarà stancato di aspettare. Non dubito però che ritorni da un momento all'altro. Ad ogni modo, se anche non venisse, credo che potrò trovare un albergo, vi pare? 
Pearl Zane Grey - Sotto le stelle del west 

"Grazie per la lettura"

6 commenti:

  1. Mai letto neppure io

    RispondiElimina
  2. Per sentire l'ho sentito, ma mai letto nulla di suo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che ci dobbiamo mettere il naso Massimo
      Grazie

      Elimina
  3. L'ho letto un paio di anni fa, nel primo volume della collana western del Corriere: Il ranger del Texas (The Lone Star Ranger). A me era piaciuto.

    RispondiElimina

Questo blog ha i commenti in moderazione.

Info sulla Privacy