martedì 14 maggio 2019

Come scegliere il nome del blog?

Più di una volta mi hanno scritto chiedendomi: "Come scegliere il nome di un blog?". La questione non è facile e a una simile domanda non me la sento di dare una risposta precisa. Forse dipende dal progetto e dal ruolo che abbiamo. Magari bisogna scegliere un nome breve. Magari un nome unico. Magari un nome che abbia un'assonanza con quello che vogliamo comunicare. Insomma, un nome che entri subito nella testa di chi legge. Le scelte possono essere diverse, perciò può essere utile e può essere un aiuto capire il motivo per cui ho scelto il mio... 

Quando un bel po' di anni fa ho aperto il mio blog non ho avuto un dubbio sul nome che doveva avere. Ho scelto Ferruccio Gianola, senza nessuna esitazione. Anzi forse se non avessi avuto questa spinta non lo avrei neppure aperto e sarei ancora lì a scegliere il nome da usare. 

Sono molto contento di non aver esitato. Credo di averlo fatto perché il mio nome e cognome insieme sono quasi "unici". 

C'è un altro Ferruccio Gianola in Italia (l'ho conosciuto grazie al blog) ma non ha un blog e forse non ce ne sono altri al mondo. 

Un nome che avrebbe dovuto aiutarmi nel promuovere la mia scrittura e così ha fatto. Un nome che mi avrebbe dovuto aiutare nel farmi conoscere, e così credo abbia fatto. 

Nello stesso tempo mi sono servito di due sottotitoli. Sottotitoli presenti nel template del blog e in alcuni post, ma non hanno mai rivestito per me di importanza. Era solo un qualcosa di effimero per dare una veste grafica. non era quello insomma in cui volevo essere identificato. 


Nei primi anni anni era presente anche la frase "Un po' si scrive, un po' si legge" e in seguito sono passato a "Otium", e forse rimarranno un pochino una parte di me, ma sono sempre stati dei corollari del blog, più che un vero identificativo. 

Il vero nome, è evidente, è Ferruccio Gianola. Non ci sono frasi e concetti che mi identificano e che identificano il mio blog. Il nome per cui i miei post sono indicizzati è Ferruccio Gianola. Il nome con il quale i miei racconti e i miei articoli sono firmati è Ferruccio Gianola. Un nome che ho acquistato come dominio e che mi accompagna da anni. 

Un nome che mi identifica in rete e sui social e non dà spazio ad ambiguità e fraintendimenti. 


"Grazie per la lettura"

12 commenti:

  1. Sei uno scrittore e ti chiami Ferruccio Gianola, il blog lo conferma!
    Buona fortuna

    RispondiElimina
  2. Lo stesso tuo discorso: il mio blog si chiama mikimoz.blogspot.com, quindi con il mio nome (o nickname, in questo caso).
    Perché si riferisce a ME, ho brandizzato me stesso anche senza averlo pensato.

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Certo Ferruccio, credo sia una scelta corretta per uno che fa lo scrittore: in qualche modo lo scrittore si pone davanti alle sue scritture. Ci sono anche persone che invece mettono i propri contenuti davanti a se stessi o comunque agli autori degli stessi. Credo siano due tendenze differenti nel concepire il proprio lavoro o creazione. C'è chi crede in se stesso e si sente padrone delle proprie opere e chi crede nelle proprie opere più che in se stesso, ritenendo che le prime siano destinate a vivere più a lungo, e perciò vuol mettere in primo piano il lavoro piuttosto che l'autore. La tua probabilmente è la posizione di maggiore umiltà. In ogni caso: buona fortuna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... dipende dai punti di vista e dal nostro ego. Faulkner non dava nessuna importanza all'autore: per lui era importante solo che un'opera fosse scritta. Dal mio punto di vista più che mettermi davanti, direi che forse non le voglio lasciare "anonime" e più che scelta umile, direi scelta facile. Mi fossi chiamato Paolo Rossi avrei avuto altre idee per il nome del blog... Grazie Clara

      Elimina
  4. Stesso percorso che ho seguito io. Ho scelto senza esitazioni "Ivano Landi" perché volevo che esistesse un collegamento diretto, senza nomi intermedi, tra me e quel che scrivo. Però ho avuto fin dall'inizio un sottotitolo "Cronache del tempo del sogno" che pian piano ha finito per crescere come ha fatto il tuo "Otium". Infatti adesso la testata del mio blog, a differenza dei primi anni, porta in grande il sottotitolo e sopra, un po' più in piccolo, il titolo. Il blog rimane comunque sempre indicizzato come "Ivano Landi" e tale rimarrà anche se e quando mi deciderò ad acquistare un dominio.

    RispondiElimina
  5. The real name, it is obvious, is Ferruccio Gianola. There are no phrases and concepts that identify me and identify my blog

    RispondiElimina
  6. "Ferruccio Gianola" non si scappa
    Alessia

    RispondiElimina

Questo blog ha i commenti in moderazione.

Info sulla Privacy