venerdì 8 febbraio 2019

Aiuto! Ho paura

Su Otium ci sono una decina di post che hanno nel titolo il termine Paura. Romanzi che hanno come tematica la paura. Post che parlano della Paura nel parlare in pubblico. Post che parlano della Paura di volare. Post che parlano della Paura di qua e della paura di là. Brutta cosa la paura. Eliminatela dalla vostra vita, la paura. Chiedete aiuto. Non offre vantaggi nel portarla a spasso. Non è semplice lo so, ma non dategli corda. Non lo è affatto. Paura, Fear, Miedo, Por, Furcht, Peur, Medo, Strah... 

Potrei andare avanti ancora a lungo a terrorizzarvi. Da bambino avevo paura del buio. Ne ero terrorizzato. Avevo il terrore a scendere nel sottoscala e in cantina. Doveva sempre esserci qualcuno alle spalle e la luce doveva sempre rimanere accesa, anche una semplice luce fioca... 

Era sufficiente che svanisse o che si spegnesse per mandarmi nel panico totale. Non so quando mi sono liberato da questa fobia, se così si può definire, ma credo sia rimasta nel mio inconscio a lungo, anche perché un mio racconto di pochi anni fa ha molti riferimenti con il buio... 

Ma credo che la paura del buio sia un qualcosa di diverso dalla vera paura che tutti, chi più chi meno, attanaglia la nostra vita

La vedi ovunque. Sembra uscita da un romanzo. La vedi nelle facce e nei visi della gente. La riconosci da quello che la gente scrivi. La vedi incrociando uno sguardo. 

Quella paura che ognuno di noi oggi ha nel rapportarsi con il mondo. Quella paura a osare un pochino di più nella vita di tutti i giorni. Quella paura che la sensibilità non riesce a nascondere. 

C'è in ogni persona la paura. E non si vince salendo sulle montagne russe. Non si vince facendo i bulli. Ho visto gente salire sulle montagne russe credendo fossero coraggiosi ma non hanno mai baciato una donna. 

Non si vince neppure correndo in auto a duecento all'ora. Non è quello il coraggio che serve per vincere la paura. Non vi vince la paura ubriacandosi o drogandosi e alzando la voce. Non dategli corda alla paura. Soffocatela appena ne cogliete l'alito. Non fatela trionfare. 

Fatela a pezzi la paura. 

Digrignate i denti alla paura. 

Non so quante volte ne ho parlato sul mio blog, e penso sia un qualcosa che conosciamo tutti la paura. Ma non è quel mostro che si crede


--------------- 

"Grazie per la lettura" 

---------------

8 commenti:

  1. Sono due le paure che mi porto dietro sin da bambina: il soprannaturale e la visione degli scarafaggi...la paura del soprannaturale è però odio-amore perché mi piace leggere dei libri con questa tematica,la seconda paura è qualcosa che non saprei neanche descrivere bene, vederne uno anche in foto mi manda in tilt, mi blocco, oserei dire e non esagero,che mi manca anche il respiro 😢
    Brutta bestia la paura!

    RispondiElimina
  2. Marina idem per gli scarafaggi! Un blocco totale, anche come te solo a vederli in fotografia! Non ho mai letto, chiaramente la metamorfosi, di Kafka, non ce la potrei fare! Poi, ci sono altre paure, ci ho lavorato sopra e continuo a farlo. Hai ragione Ferruccio non bisogna darle corda, ma a volte non è facile, ed è una battaglia dura, ma io sono testarda per cui..Grazie Ferruccio un bellissimo post!

    RispondiElimina
  3. Bel post Ferruccio, grazie
    Alessia!

    RispondiElimina
  4. Paura è il mio secondo nome...

    RispondiElimina

Questo blog ha i commenti in moderazione.

Info sulla Privacy