mercoledì 14 novembre 2018

Cinque libricini letti in un lampo

Wikipedia
Può darsi che indietro, tra i miei articoli di qualche anno fa, ci siano post sulla falsariga di questo odierno. Magari ce ne sono di completamente uguali, ma intanto per questa giornata segnatevi i titoli citati in questa top five. Sono cinque libricini letti in un lampo

Adesso,  a dire il vero, a parte uno, non è che siano davvero dei libricini, se si pensa al numero delle pagine. Se poi pensiamo al contenuto e a quello che hanno suscitato nel sottoscritto, non sono libricini per nulla, per dirla tutta. Manca un libro di Hemingway, ma una volta tanto spero che me lo concederete e poi è sottinteso. 

1 - Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald 
Lo spunto per questo post me lo ha dato il capolavoro di Francis Scott Fitzgerald. L'ho letto durante un viaggio in treno - andata e ritorno - tra Lecco, Milano, Lecco. In una giornata. Un lampo vero e proprio. In tre ore mi sono lasciato trasportare dall'età del jazz e dal visino carino di Deasy Buchanan. 

2 - Memorie del sottosuolo di Fëdor Dostoevskij 
Ecco un romanzo che ho iniziato e che non riuscivo a smettere di leggere. Ho ceduto un po' il passo nella seconda parte del libro, ma la prima più veloce di un lampo. Lo ricordo bene. 

3 - Io sono leggenda di Richard Matheson 
Il solo libricino tra i cinque se pensiamo alle pagine. Letto in un paio di ore una sera d'estate dopo cena. L'ho acquistato e letto solo qualche anno fa, quindi è probabile che ci sia sul mio blog.   

4 - Fanteria dello spazio di Robert A. Heinlein 
Ho impiegato qualche giorno a leggere Fanteria dello spazio, ma nel frattempo non ho letto altro e non desideravo altro che tornare a casa per poterlo leggere. 

5 - I dolori del giovane Wherther di Johann Wolfgang Goethe 
L'ho lasciato per ultimo è ho aggiunto pure l'incipit di questo. Sono stato molto infatuato da questo romanzo epistolare: forse basta questo per farvi capire che l'ho finito in un lampo. 

Ho raccolto con cura e qui espongo quanto ho potuto trovare intorno alla storia del povero Werther, e so che me ne sarete riconoscenti. Voi non potrete negare la vostra ammirazione e il vostro amore al suo spirito e al suo cuore, le vostre lacrime al suo destino. E tu, anima buona, che come lui senti l'interno tormento, attingi conforto dal suo dolore, e fai che questo scritto sia il tuo amico, se per colpa tua o della sorte non puoi trovarne di più intimi.  
Johann Wolfgang Goethe - I dolori del giovane Wherther 


--------------- 

"Grazie per la lettura"

4 commenti:

  1. Io raramente riesco a leggere libri in un lampo, perché ogni volta che un libro mi appassiona molto sono sempre combattuto tra l'idea di leggerlo d'un fiato e centellinarlo per far durare di più il piacere. Così finisco per fare una via di mezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio caso sono tutti libri che ho letto più di una volta, un po' anche per i tuoi motivi!

      Elimina
  2. Ho letto il grande Gatsby e i dolori del giovane Werther. Non in un lampo, però.
    In questo momento non mi viene in mente un titolo letto così velocemente ma son cotta... ci devo pensare perchè mi capita sovente. Quando un libro mi prende ne interrompo la lettura a fatica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale anche per me, se lo permette il numero delle pagine

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy