lunedì 8 ottobre 2018

L'inventore del Trascendentalismo

"La società dovunque cospira contro la maturazione di ciascuno dei suoi membri. La società è come una compagnia i cui soci hanno concordato che al fine di meglio assicurare il pane a ciascun azionista, colui che lo mangia rinuncia però a libertà e cultura. La virtù più ricercata è il conformismo. La fiducia in se stessi ne è la piena antitesi. Il conformismo non ama le realtà vere, né gli spiriti creativi, ma solo nomi e consuetudini." - Ralph Waldo Emerson 

Il paragrafo in corsivo è del filosofo, del saggista e scrittore americano Ralph Waldo Emerson. Un nome che immagino tutti abbiano udito. A me sembrano dei concetti molto attuali e forse è per questo che mi sono attivato e mi sono ritrovato a scrivere, per i miei Record Culturali del lunedì, questo post. 

Un post che si ricollega in parte anche a un altro Record culturale postato poco tempo fa: L'inventore del rinascimento americano. Insomma, per dirla tutta, nei giorni scorsi mi sono ritrovare a redigere un articolo su L'inventore del Trascendentalismo: un movimento filosofico, letterario e poetico che si è sviluppato nella prima metà dell'ottocento negli Stati Uniti orientali. Il movimento nacque come una reazione per protestare contro lo stato generale del mondo intellettuale e spirituale di allora. 

Così è uscito lo scrittore e filosofo Ralph Waldo Emerson, una delle figure centrali nella cultura americana, a lui si deve questo record, visto che ne formulò il concetto nel suo saggio Nature del 1836. Emerson nacque nella città di Boston, nello stato del Massachusetts. Suo padre era un ministro della Chiesa unitaria ed era inoltre nipote di pastori, tanto che nel 1829, egli stesso un ministro unitariano. 

Il trascendentalismo divenne un movimento coerente e un'organizzazione vera e propria con la fondazione del Club Trascendentale a Cambridge, nel Massachusetts, l'8 settembre 1836, il giorno prima della pubblicazione di Nature, Emerson incontrò Frederic Henry Hedge, George Putnam e George Ripley per pianificare incontri periodici di altri intellettuali con idee simili. 

Questo fu l'inizio del Transcendental Club, che fungeva da centro per il movimento. Il suo primo incontro ufficiale ebbe luogo il 19 settembre 1836. Dal 1840, il gruppo si rese responsabile, con frequenza regolare, della pubblicazione di un giornale denominato The Dial

Non va dimenticato in chiusura il fatto che l'opera di Ralph Waldo Emerson ha fortemente influito sul poeta Whitman e su tutta la tradizione letteraria americana fino e oltre la Beat Generation



"Grazie per la lettura" 

Fonti - Trascendentalismo

8 commenti:

  1. Chi non si adegua è praticamente spacciato. Già un blog è da rivoluzionari. Che non parli solo di profumi, cucina e pettegolezzi, rischia la radiazione e la gogna mediatica.
    Occhio Ferruccio. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No blogroll no problemi, i parassiti del "commento se mi commenti" non passano

      Elimina
  2. L'800 è mitico proprio per il proliferare di queste associazioni, club, aggregazioni ^^

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Aggiungo la mia solita scemità fuori dal coro: Barack Obama è un suo discendente, o comunque sono imparentati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è lo stesso Ralph Waldo Emerson Dunham, Sr. (1894 - 1974)

      Elimina
  4. Emerson è un personaggio che mi ero riproposta di conoscere meglio. Grazie di avermelo fatto tornare in mente.

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy