sabato 29 settembre 2018

Scrivere come i pittori dipingono

Opera Nino di Mei
In una storia presente nel libro I racconti di Nick Adams di Ernest Hemingway, il protagonista Nick dice che vorrebbe scrivere come Cézanne dipingeva. Ecco credo sua bastato questo per lanciare un post in cui elenco cinque pittori. Vorrei scrivere come loro dipingono. Se vi pare troppo un post pieno di pretese, prendete l'articolo soltanto come una top five artistica. 

Redigere una top five con i pittori preferiti credo sia impossibile. A parte il fatto che mi sembra molto dozzinale sceglierne cinque, con che criterio poi bisogna fare la scelta? 

Ci sono centinaia di opere che amo e decine e decine di artisti quindi capite subito che non risulta facile. Però partendo dallo spunto che mi ha suggerito Nick Adams nel suo racconto "Scrivere" perché non far finta di voler scrivere come i pittori e scegliere quindi cinque pittori che in una qualche modo ti potrebbero insegnare a ascrivere? Be' detto fatto, ma prendetelo come un gioco e naturalmente fatelo anche voi. 

1 - Paul Cézanne: la sua opera Giocatori di carte, oltre a essere tra i più cari, è per me il quadro più bello del mondo. Il motivo di tale scelta non so a cosa sia dovuta. Forse l'associo a una certa narrativa di Hemingway, come d'altro canto dice il suo Nick Adams. Tuttavia sono moltissimi i lavori che apprezzo del pittore francese, anche per stile e dimensioni delle opere,  sempre contenute.   

2 - Edvard Munch: "L'urlo" del pittore norvegese è un opera che tutti conoscono, ma io devo ammettere che ho una predilezione per altri suoi lavori. Amo prima di tutto Inger sulla spiaggia e Sera sul viale Karl Johan. Amo molto anche i suoi primi lavori di stampo impressionista, prima delle sua fuga verso il simbolismo e l'espressionismo. 

3 - Pablo Picasso: forse tecnicamente è il più grande pittore esistito, tra quelli moderni. Non lo so. A volte la critica lo cita a questo riguardo. Mi piace il Picasso riconoscibile e non quello tipicamente astratto. Il Picasso del primo novecento, quando era ancora un ragazzo. Prima che il suo estro lo portasse a disegnare oltre i confini dell'arte conosciuta. Potrebbe aver insegnato a scrivere a Borges e a Joyce

4 - Edward Hopper: l'Hemingway della pittura. Non è il più grande pittore, come Hemingway non è il più grande scrittore, ma sia o e l'altro sono quelli che più si avvicinano al mio ideale artistico, dal punto di vista emotivo e filosofico. 

5 - Nino di Mei: non poteva mancare. Ho scritto più di trenta racconti ispirati alla sua opera. Sono tutti sul blog e li potete leggere quando volete. Potete anche lasciarmi un feedback, ovvio.



"Grazie per la lettura"

16 commenti:

  1. Su 5 pittori solo con tre trovi il corrispettivo possibile scrittore...non è obbligo per forza associare i pittori alla scrittura ...?
    Mi piacerebbe scriverti i miei ma faccio fatica a “combinarli “ con la scrittura
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, con tutti! Mi ritengo uno scrittore impressionista!

      Elimina
  2. Va ben ora ho capito ...ma per te è facile perché scrivi.
    Più tardi di manderò un commento con i miei 5 pittori “preferiti” e scrittori che potrebbero tradurre in parole le loro opere.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Mi piace molto questo concetto che hai espresso, e mi piacciono i paragoni/esempi che hai fatto... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amico mio: tu non hai cinque pittori che copi quando scrivi?

      Elimina
  4. Beato te che trovi nella pittura uno stile di espressione letterario.
    Io non scrivendo non saprei proprio a chi ispirarmi.
    Effettivamente non ci ho neppure mai pensato.
    Allora 5 artisti che in qualche modo parlano / scrivono con le loro opere.
    Ti scrivo subito quelli che riesco associare alla scrittura .
    Brugens e Bosch ( il paese della cuccagna , Il giardino delle delizie - vado a memoria con i titoli dei quadri...) per la magia alchemica ed eretica delle loro opere hanno dipinto quel medioevo che amo e che viene raccontato da Umberto Eco nel suo Il nome della rosa.
    Rubens e Fragonard e le loro donne così carnose dalle forme prosperose e audaci traducono in immagine quella letteratura erotica classica che mi piace molto.
    Ti dico solo che il chiavistello ( Fragonard) se seguirai ad ottobre il blog di Ivano Landi mi ha ispirato nello scrivere un articolo di un racconto di De Sade e che farà parte del suo speciale di Ottobre.
    Anzi sei invitato vacci... ci tengo a un tuo commento.
    Gli impressionisti ..bhe hai detto niente!
    Renoir , Monet ma li tengo tutti hanno dipinto l’impressione ,la frammentazione dell’immagine del colore ,le variazioni della luce e gli effetti sulla tela.
    I romantici Turner e Friedrich ( non so se l’ho scritto giusto , non ho molta dimestichezza con il tedesco) la teoria dei colori e il Viandante sulla collina nella nebbia ( se non sbaglio il titolo).
    Ma se devo trovare un pittore su tutti scelgo Caravaggio e la sua Medusa .
    Per ovvi motivi che forse capisci ;)
    Però è chiaro che non è il più bello del Caravaggio ma per me si.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, interessante e grandi classici dell'arte che è sempre molto soggettiva per i gusti

      Ivano lo seguo sempre. Ci sarò!

      Elimina
  5. Grazie.
    Mi ero dimenticato di scriverlo.
    Leggerò i racconti ispirati alle opere di tuo padre.
    Promesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, grazie, basta seguire l'etichetta Racconti artistici, oppure cliccare sul link "trenta racconti"

      Elimina
  6. Mi hai ricordato una frase che dico spesso: vorrei scrivere come gli uccelli cantano. Il significato è diverso, la forma simile.

    RispondiElimina
  7. Ho letto i racconti artistici legati ai quadri di tuo papà e li ho trovati belli ( sia i quadri che i racconti).
    Sei bravo nello scrivere, non ho mai letto Hemingway anche se tra i libri impolverati nella mia biblioteca ci dovrebbe essere ancora “Il vecchio e il mare” ..devo recuperare.
    Dicevo se ti ispiri a lui nello scrivere mi fai voglia di riscoprirlo.
    I tuoi racconti hanno un sapore antico non vecchio, quel sapore di buono di una volta.
    Delle cose semplici e preziose.
    Parli d’amore come un gentiluomo di altri tempi.
    Mi piace pensare che oltre di tuo padre hai parlato di te nelle varie età, di tuo fratello e di tua madre.
    Non so se hai davvero una sorellina che si rattristisce perché la chioccia non ha più i suoi pulcini.
    Spero che la sofferenza di quella donna nel letto d’ospedale non sia stato un dolore troppo grande nella tua vita , ma sia frutto di un attimo di tristezza che hai tradotto in poesia.
    Quando scrivi della neve o osservo dalla finestra il paesaggio innevato non sento freddo ma un caldo tepore.
    Quando descrivi Venezia parli di me , ci abito a pochi Km ...e nelle tue parole si sente il profumo della laguna.
    Si sente l’arte .
    La passione per quello che fai.
    Clint Eastwood ci assomiglia poco , ma quello sguardo sanguigno rompe un po’ la compostezza e la delicatezza degli altri quadri e anche sei tuo racconti.
    Gli uomini che giocano a carte mi han ricordato i bari di Caravaggio ma nel quadro di tuo padre quasi si sente l’odore di fumo e di mangiare tipico delle Osterie.
    Grazie per avermi fatto respirare la montagna , Ferruccio.
    Bravo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Max, per tutto il tempo che mi dedichi!
      Dovrei riuscire a pubblicare a breve la raccolta con tutti questi racconti artistici.

      Elimina
    2. Figurati ...se sarà cartacea la prenderò sicuramente ( mi piace il profumo della carta).
      Aspetto notizie con più ansia per il tuo libro sui serpenti, invece!
      Ciao

      Elimina
    3. Io sono più per la carta, i serpenti è più complesso, ma lo stile è lo stesso

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy