martedì 26 giugno 2018

Libri che parlano di pittura

Le storie sui libri oggi mi portano a parlare dei libri che parlano di pittura (perdonatemi il gioco di parole). Forse perché ho la casa piena di libri che parlano di pittura. Lo giuro. Ne sbucano un po' da tutte le parti. Ma funziona così, basta interessarsi e farsi una domanda riguardo a una questione che si trovano risposte da tutte le parti... 

Non so quanti libri dedicati all'arte e alla pittura ci sono in casa. Ne ho trovati parecchi ma so che ne troverò ancora. Ne sbucano un po' da tutte le parti. Dalle cose più semplice alle più complesse. Da compendi a monografie, sino a semplici bigini. Da testi scolastici a testi molti più professionali e mirati. 

Una volta non avrai mai fatto caso a tutto questo ben di Dio. Merito dell'attività come blogger e sicuramente dell'arte di mio padre. Ne sono sicuro. 

Sì, mio padre teneva libri d'arte in ogni posto possibile. Ne ho trovati addirittura nel mobiletto dove riposa la sua vecchia fisarmonica. 

Non so in che modo li ha reperiti, perché non mi ricordo situazioni specifiche di acquisti se non il suo interesse per i libri di educazione artistica che usavamo noi a suola. 

Certo - un po' come faccio adesso anch'io - non era inconsueto vederlo comparire con un libro dopo un viaggio: l'inconsueto era tornare a casa senza libri. 

Così trovare un libro su Paul Cézanne e la sua arte non è un'eresia. Per niente. Vale lo stesso per un lavoro monografico su Marc Chagall

Non mi meraviglia trovarmi un libro con la storia della pittura dalla preistoria all'era contemporanea, come, in effetti, non mi meraviglia trovare un monografia su quel meraviglioso pittore che è stato Vincent Willem van Gogh

Non mi meraviglia che ci sia qualcosa su Claude Monet e gli impressionisti. Non mi stupisce neppure l'interesse di mio padre per Henri Julien Félix Rousseau

Magari sono più perplesso di fronte a un Canaletto e a un Michelangelo... 

Mi spiace non aver trovato nulla riguardo alla pittura americana, visto il mio interesse per la narrativa americana. Non so qualcosa su Edward Hopper, su Winslow Homer o su Frederick Childe Hassam. C'è sicuramente anche qualche testo dedicato a loro da qualche parte... 

Perciò non smetterò di cercare nei cassetti e negli armadi di casa. Non smetterò di salire in solaio, come non eviterò di andare a cercare nella baita fuori paese. 

Nel frattempo l'arte si fa strada dappertutto



"Ringrazio tutti per la lettura"

4 commenti:

  1. Anch'io ho un "vizio" simile: ho decine di libri sull'arte e la pittura ovunque in casa, sono una mia passione.

    RispondiElimina
  2. Anche io ne ho tanti, da monografie a retrospettive.
    Ma il top del top sono volumi monografici che tenevo nel posto dove ho lavorato in passato (e dove pare tornerò a lavorare...^^)

    Moz-

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy