martedì 24 aprile 2018

Mai sentito Percy Jackson?

Non so se tra qualche decennio Rick Riordan avrà il peso letterario di Ernest Hemingway o di Stephen King. Non ne ho idea e non riesco a immaginarlo, siccome nel mio caso è un nome del tutto nuovo e non posso perciò esprimere giudizi. Mi è nuovo d'altra parte il personaggio di Percy Jackson, colui che gira nella sua saga. E voi mai sentito Percy Jackson? 

Ogni giorno si scopre qualcosa di nuovo nel campo letterario. Non c'è mai fine alla lista di nomi e di titoli che ti passano davanti agli occhi. Naturalmente non so se queste scoperte fanno bene o sono soltanto cose che lasciano il tempo che trovano. 

Non so se sono utili soltanto a riempire un post, con la speranza che questo possa attirare un po' di curiosità e un po' di interazioni. 

Settimana scorsa mi è uscito il nome dello scrittore americano Rick Riordan, un insegnante d'inglese, poco più che cinquantenne, che in pochi anni è diventato uno degli autori più ricchi del mondo con la saga fantasy Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo

Adesso, già la voce fantasy, dovrebbe farvi capire del perché esiste un'estraneità e un'ignoranza da parte mia nei confronti di questo scrittore. Ma credo sia più che mai necessario segnalarlo e farne una specie di inchiesta. 

So che ci sono milioni di lettori in giro per il mondo che conoscono i libri della saga, perché negarci la speranza che alcuni di loro non siano anche lettori di questo blog. Perché negarci la speranza che qualcuno possa dirmi di più riguarda alle gesta di Percy Jackson, del suo essere semidio. 

Una saga composta da cinque romanzi: Il ladro di fulmini, Il mare dei mostri, La maledizione del Titano, La battaglia del labirinto, Lo scontro finale, oltre che a una serie di libri considerati libri supplementari. 

Io come ho già scritto non ne so nulla. Ho trovato il nome di questo autore soltanto settimana scorsa. Per aiutarmi ho trovato l'incipit del primo romanzo della saga, ma non mi sono fermato a leggere recensioni di sorta in giro. So che ci sono addirittura dei film tratti dalla saga e poi chissà che altro ancora, ma cedo a voi la parola... scritta. 

Come al solito ci spero: 

“Non ho scelto io di essere un mezzosangue. Se state leggendo questo libro perché pensate di poterlo essere anche voi, vi do un consiglio: chiudetelo all’istante.” 
Rick Riordan - Il ladro di fulmini 


Vi voglio bene. 

Grazie.

8 commenti:

  1. A parte Tolkien non amo il fantasy e non ho letto questo autore.

    RispondiElimina
  2. Ho visto il ladro di fulmini in TV insieme ai miei figli. Lo ho trovato gradevole. Avevo letto esser tratto da un romanzo. Mi sono riproposto di leggerlo, ma ancora non lo ho fatto.

    RispondiElimina
  3. Yes, ho anche visto recentemente un film tratto dal suo primo libro. Per intenderci, è un po' lo scenario di dueminutiamezzanotte, con dei e semidei al posto dei supereroi, ma credo che quelli che parlano bene lo chiamino qualcosa come Myth-fantasy. Una cosa del genere, con Eracle calato ai nostri giorni e in lotta con altre divinità la scrissi anche io qualche anno fa. Se vuoi altri nomi che fanno qualcosa del genere in versione più dark ti posso consigliare James Lovegrove e Brian Godawa, con le sue Chronicles of the Nephilim Bible-punk-fantasy o qualcosa del genere. Insomma, s'è capito no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante, magari ci trovo un record culturale!
      Grazie Massimo!

      Elimina
  4. Non ho nè letto i libri né visto i film. Non si riesce a leggere tutto, do la precedenza ad altre cose.

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy