mercoledì 28 febbraio 2018

Etichette e blog

Nei giorni scorsi sono andato a rivedere le etichette in uso sl mio blog. Vi devo confessare che sono un disastro. Non so perché ma i primi tempi etichettavo tutto. Penso che ne rimuoverò parecchie visto che fanno un servizio limitato, quando non inutile. Nel frattempo ho deciso di mettere in vista solo quelle che più ritengo importanti. Ma è un work in progress continuo. 

Uno dei problemi che in maniera saltuaria si presentano sul mio blog riguarda l'uso delle etichette. In passato ne ho usato a bizzeffe e devo per forza ammettere che non sempre sono efficaci e funzionali. 

Ne ho usate talmente tante che certe volte penso di averle inventate. 

Ricordo che i primi tempi le usavo un po' come certi personaggi usano gli hashtag oggi sui vari social

Mi bastava citare un autore per sentirmi in obbligo a inserirlo anche come etichetta, e questo indipendentemente dal fatto che fossero scrittori esordienti o affermati, quando non usavo un termine fine a sé stesso. 

Solo in seguito mi sono reso conto che si trattava di un guazzabuglio di informazioni che inflazionava le pagine e basta. Ma intanto la frittata era fatta

Adesso sto correndo ai ripari. Voglio molto più ordine e precisione e facilità di navigazione. Per il momento ho inserito nel design del blog in bella vista solo dodici etichette. 

Dodici etichette che potrebbero essere benissimo delle pagine statiche, ma anche riguardo a queste ultime non posso esagerare. 

Naturalmente sono visibili solo da desktop e non da cellulare e quindi dovrò valutare la questione e fare in modo di risolvere anche questo problema non di poco conto. 

Voglio anche ordinare in modo preciso i maiuscoli e i minuscoli e andare a eliminare tutte quelle voci che non danno nessun tipo di aiuto e nessun tipo di valore. 

Ora per i contenuti che queste etichette richiamano vi basta dare una lettura sommaria per capire quali sono. 

Racconti artistici, che stanno avendo un bel successo. Romanzi interrotti, per vedere se si può fare qualcosa al riguardo. Storie di serpenti. Storie con Ernest Hemingway, come sapete il mio autore preferito. E poi Musica, Arte. Viaggi. Il mondo western in tutte le sue accezioni. Alcune top 100 che andrebbero completate. 

Insomma le mie passioni più evidenti... 

Avventure di un erpetologo dilettante 
Ernest Hemingway 
farwest 
I dolori del giovane blogger 
Impariamo da un blog 
Livio Gianola 
Luoghi da romanzo 
Nino di Mei 
Noi siamo senza Dio 
racconti artistici 
top 100 
top five 

Vi voglio bene. 

Grazie.

8 commenti:

  1. La razionalizzazione dei tag è una cosa complessa proprio perché deve essere utile ma non troppo dispersiva. Credo che sia un equilibrio che ogni blogger trova col tempo.

    RispondiElimina
  2. Anch'io ne ho milioni, alcune addirittura doppioni di altre. E' che per rimettere a posto tutto come si deve mi ci vorrebbero settimane e continuo perciò a rimandare.

    RispondiElimina
  3. Allora sono in buona compagnia :D

    RispondiElimina
  4. Una cosa che riguarda anche me. Io ne ho avute tante, e diverse. Le ho cambiate diverse volte, e ora le sto -poco a poco- uniformando.

    Moz-

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy