mercoledì 13 dicembre 2017

Libri da serie televisa

Voi non immaginate neppure quanti libri ricevo ogni anno (in regalo, per il blog, etc...). Molti sono libri che purtroppo ho già letto o già possiedo. Altri sono delle piacevoli sorprese. Ma diversi sono dei perfetti sconosciuti e possono essere spunto per post e articoli. Pochi giorni fa mi è giunto tre le mani Il Trono di Spade di George R. R. Martin, uno dei romanzi della serie Cronache del ghiaccio e del fuoco. Un titolo che parecchi, immagino, conoscono. Come sapete è uno di quei libri da cui è tratta una serie televisiva

Non so quante persone che solitamente seguono la serie televisiva Il Trono di Spade, abbiano letto un romanzo di George R. R. Martin della saga, dal titolo Cronache del ghiaccio e del fuoco, da cui è tratta la serie. 

Vi confesso che sono piuttosto curioso al riguardo e non nego che mi piacerebbe saperlo. Non nego che avrei piacere nell'avere tra i commenti una voce in grado di essere più preciso al riguardo. 

Insomma un qualcuno che possa fornire una valutazione critica del lavoro di George R. R. Martin da cui prende spunto la serie televisiva. Io purtroppo non ho mai visto una puntata de' Il Trono di Spade e men che meno ho avuto l'occasione di leggere un romanzo delle serie. 

Non ho idea della tematica e del messaggio dell'opera. In poche parole da parte mia è inopportuno parlarne, ma siccome tra voi c'è sicuramente qualcuno che sa dirmi qualcosa di più, non dovete fare altro che farvi avanti e raccontarmi ciò che ritenete opportuno, anche soltanto per farmi capire come devo prendere il libro che mi è arrivato! 

Non ho proprio idea di cosa mi aspetta una volta che mi metterò a leggerlo. 

Non so se avrò a che fare con opere come Lo Hobbit o Il signore degli anelli. Non so se invece il tutto sarà più simile a Dune. Avete capito che sono messo molto male, contestualmente parlando. Ma confido sempre nel vostro aiuto. 

Dimenticavo, inizia così: 

Le tenebre stavano avanzando. 
"Meglio rientrare." Gared osservò i boschi attorno a loro farsi più oscuri. "I bruti sono morti." 
"Da quando hai paura dei morti?" 
C'era l'accenno di un sorriso sui lineamenti di ser Waymar Royce. 
Gared non raccolse. Era un uomo in età, oltre i cinquanta, e di nobili ne aveva visti andare e venire molti. "Ciò che è morto resta morto" disse "e noi non dovremmo averci niente a che fare". George R. R. Martin - Il Trono di Spade 

Vi voglio bene. 

Grazie.

12 commenti:

  1. Il libro non l'ho letto, e se devo dire la verità ero abbastanza scettico circa la serie TV. Poi un giorno ho deciso di vedere la prima puntata della serie e alla fine ho scaricato tutte le sette prime stagioni e le ho divorate. È più simile al Signore degli Anelli che a Dune,ma con qualche rimando in più all'epica cavalleresca, con un intreccio complesso ma alla fine divertente e piacevole.

    RispondiElimina
  2. Io ho una scimmia mostruosa per la serie. L'ultimo è un po' incartato su se stesso ma i primi libri sono meravigliosi. Benvenuto nel tunnel.
    Giusy.

    RispondiElimina
  3. Attenzione, è la serie TV ad essere stata tratta dalla lunga, infinita saga di George R. R. Martin, non viceversa. Lui ha scritto i romanzi e dopo ha anche scritto le sceneggiature della serie, traendole dai suoi romanzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti:
      Non so quante persone che solitamente seguono la serie televisiva Il Trono di Spade abbiano letto un romanzo di George R. R. Martin, tratto dalla saga dal titolo Cronache del ghiaccio e del fuoco.

      Elimina
    2. In effetti se quello che intendevi è lo stesso che intendo io, la frase è un po' contorta e dà a intendere l'esatto contrario. Dovrebbe essere qualcosa tipo "Non so quante persone che solitamente seguono la serie televisiva Il Trono di Spade, tratta dalla saga dal titolo Cronache del ghiaccio e del fuoco, abbiano letto un romanzo di George R. R. Martin". Chiedo scusa per la pedanteria, ma così sarebbe più chiaro.

      Elimina
    3. Figurati, metto a posto se non è chiaro

      Elimina
  4. Mi regalarono il primo romanzo anni fa, prima che uscisse la serie, perché amo Berserk e dissero che fosse simile. Non lo era, ma lo lessi. Oggi non più, né seguo la serie.

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Un solo libro, e neanche il primo. La serie tv non l'ho vista, posso dire però che nel suo genere, un fantasy "a basso impatto magico" (Copyright by Massimo Bencivenga :-D), preferisco i libri di Joe Abercrombie
    Ciao ciao

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy