lunedì 2 maggio 2016

La prima rivista dedicata alla fantascienza edita in Italia

Il bello di ricercare titolari della mia rubrica settimanale del lunedì, Primati Letterari, mi fa scoprire e mi insegna molte cose. Spero di conseguenza sia così anche per voi e che per tutti noi ci sia ancora molto da imparare. 

Oggi, sono andato a beccare  de La prima rivista dedicata alla fantascienza edita in Italia. Proprio così. 

La rivista in questione è Scienza fantastica. Fondata nell'aprile 1952 dalle Edizioni Krator di Roma (Vittorio Kramer e Lionello Torossi) e diretta da Lionello Torossi

Era una rivista che aveva come sottotitolo "Avventure nello spazio tempo e dimensioni" e pubblicava, a puntate, racconti e romanzi di fantascienza di scrittori in prevalenza anglosassoni. 

Racconti e romanzi presi perlopiù dalla mitica rivista statunitense Astounding Science-Fiction

Su Scienza Fantastica apparvero così, sin dal primo numero, con importanti autori. Maestri del genere come Arthur C. Clarke e Lester Del Rey

Anche nei numeri successivo il prestigio degli autori pubblicati era quello di vertice: non mancano infatti C. M. Kornbluth, L. Sprague De Camp, Murray Leinster, Harry Bates, Cyril Judd, Isaac Asimov, Theodore Sturgeon e Chad Oliver

Purtroppo la rivista chiuse nel marzo 1953, dopo appena sette numeri pubblicati. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

16 commenti:

  1. Forse i tempi non erano ancora maturi, almeno in Italia; comunque mi sembra che si sia recuperato in fretta il tempo perduto!

    RispondiElimina
  2. Chissà se ha un valore per i collezionisti.

    RispondiElimina
  3. Su e-bay è in vendita completa a 250 euro.

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia :O Non ne sapevo nulla e ho curiosato un po'... sono capitata su ebay... cifre altine eh! :O

    RispondiElimina
  5. Purtroppo non ne ho mai visto neppure un numero dal vivo. Si tratta davvero di pezzi da collezionisti, come anche testimoniano i prezzi su e-bay! :-O

    RispondiElimina
  6. Gran bella curiosità, purtroppo condita dalla subitanea perdita. Con le nuove tecnologie -probabilmente- abbiamo tantissime alternative, ma sono davvero poche quelle ad un livello degno.

    Per ovviare, ci conviene leggere tanto e magari anche in lingua :D

    RispondiElimina
  7. Che bello, mi piacerebbe vederle queste sette riviste...sono esposte in qualche biblioteca?

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy