venerdì 13 agosto 2010

Libri da duri

Questo post mi è stato suggerito mentre preparavo una scheda relativa alle “Curiosità di scrittori celebri” riferita a William Burroughs. Stavo sfogliando e rileggendo “Il pasto nudo”, sperando di trovare qualche fatto peculiare riguardante l’autore e tra un paragrafo e l’altro, e tanto per rimanere in tema di classifiche, mi è nata nella testa questa personale hit di libri considerati cattivi o maledetti od osceni, o quello che volete. Insomma decidete voi quale aggettivo volete utilizzare per identificarli, sempre in base a come la pensate. Per me, i seguenti sono i romanzi più sconvolgenti che mi sono passati tra le mani, non vi dico però se nel bene o nel male. Se avete qualcosa da dire e o ne conoscete altri, il post è vostro:

1 - Bagatelle per un massacro – Louis Ferdinand Céline
2 - Tropico del cancro – Hernry Miller
3 - Il pasto nudo – William Burroughs
4 - American Psyco – Bret Easton Ellis
5 - Porci con le ali – Marco Lombardo Radice e Lidia Ravera

3 commenti:

  1. Ormai mi sembra di essere di casa in questo blog.Quindi intervengo ben volentieri.
    Ai libri che citi io aggiungerei almeno altri due:Sinhue L'egiziano di Mika Waltari,che alterna momenti di noia a descrizioni crude,scioccanti e poco consolatorie.Un consiglio a chi lo legge:dimenticate il film Hollyvudiano che ne è stato tratto.
    E poi un libro quasi dimenticato:Flash.Katmandù-il grande viaggio di Charles Duchassois.
    Menorie della caduta nel vortice della droga e successiva,non facile disintossicazione,di un giovane Hippy nello scenario asiatico.
    Lo lessi all'epoca del liceo e sarà stata l'età e lo scenario che raccontava(il marcio dietro le illusioni della generazione hippy)ma non l'ho più dimenticato.
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. @ Nick in questi giorni di magra-visite mi fa molto piacere avere qualcuno, fai come a casa tua. Purtroppo, tra la scrittura di un racconto e l'altro (a proposito se mi dai un recapito ti invio un raccontino di 365 parole così mi dai un parere), non riesco a fare a meno di postare, anche se gli interessi della maggior parte della gente in questi giorni sono altri e sono da capire:-)
    Sinhue l'Egiziano non l'ho letto, ma so dove prenderlo (presso la scuola dove lavoro hanno una copia), l'altro non lo conosco...
    lo recupererò... grazie:-)

    RispondiElimina
  3. Volentieri.Ti ho mandato una mail al recapito segnalato nei tuoi dati.
    Se non va bene ti mando un altro recapito.
    Fammi sapere.
    Tra i libri da duri aggiungerei anche,se permetterai:
    SE QUESTO E' UN UOMO di Primo Levi.
    Ciao

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy