giovedì 7 giugno 2018

Leggere libri per chi non legge libri

Non immaginate quanti spunti per post e articoli mi offrono i sogni che faccio mentre dormo. A volte mi alzo in piena notte e me li segno sopra un notes per non dimenticarli una volta sveglio. A volte sono davvero curiosi e forse bisognerebbe essere capaci di trovarci qualcosa di vero e realizzabile e non lasciali solo a giocare così con l'inconscio. Ci si potrebbe anche inventare un lavoro visto che nei sogni la realtà è quella che sogni: un po' come è accaduto con leggere libri per chi non legge libri

Ho sognato che facevo un lavoro davvero strano e particolare qualche notte fa. Leggevo libri per chi non amava farlo ed ero pagato. Pagato abbastanza bene. Passavo giornate così, di casa in casa, a volte in un ufficio. 

A volte, con il bel tempo, seduto su una panchina di un parco cittadino. Magari capitava di farlo mentre si viaggiava in treno. Oppure in aereo, aggiungo io. Qualcuno mi chiamava, io mi presentavo e per una mezz'ora o un'ora o un determinato periodo di tempo definito in precedenza leggevo un libro a chi non amava farlo. 

La maggior parte dei libri li trovavo sul posto. Una persona mi chiamava perché desiderava che gli leggessi quella storia lì. Raramente dovevo portarli. 

Mi capitava di leggere un po' di tutto, ma in prevalenza romanzi. Romanzi storici per vecchi signori in pensione e romanzi d'amore per le donne. Per certe persone potevi leggere per mesi. Terminavi il tempo concordato e subito di chiedevano quando potevi ripresentarti. 

C'era anche chi si riuniva in gruppi. Mi chiamavano la sera. Tre o quattro persone: un modo per risparmiare. Leggevo e loro erano attenti. Un'oretta non di più. 

Certo la situazione più bella era quando mi lasciavano campo libero nella scelta del libro da leggere. Insomma quando dovevo portali io. 

Mi sbizzarrivo e cercavo di fare colpo con i libri che portavo. Per cercare di indovinare i gusti facevo prima qualche domanda ai vari interlocutori. Era divertente ragazzi, anche se a volte toppavi clamorosamente la scelta. 

Magari leggevi uno Stephen King a chi avrebbe preferito un Francis Scott Fitzgerald o un Melville. Oppure una Karen Blixen al posto di una Banana Yoshimoto o di una Doris Lessing. Cose del genere... 

Ma l'importante era cogliere la meraviglia e lo stupore e le emozioni negli occhi di chi ti ascoltava leggere. Cogliere l'interesse e il desiderio di risentirli ancora chiederti leggere. 



"Ringrazio tutti per la lettura"

10 commenti:

  1. Ti racconto una cosa particolare: quando leggo qualcosa a voce alta, spesse volte a mia moglie, mi emoziono fino a farmi venire i nodi alla gola, e spesso devo interrompere per ritrovare ritmo, respiro e calma.. è un qualcosa di naturale, non ci posso far nulla.. credo che comprometterebbe però, una mia carriere di lettore a pagamento.. ;)

    RispondiElimina
  2. Oddio, odierei leggere se fosse così... immagina farlo per lavoro, e sei costretto a sottostare ai gusti dell'altra persona.
    La mia tortura sarebbe leggere stronzate di zombie o fantascienza XD

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Io amo leggere per gli altri ma in condizioni particolari: per i bambini, per chi non sta bene, per chi vuole condividere una lettura.
    Leggere per chi non ama leggere però mi sembra un ossimoro: se qualcuno non ama i libri, questi sono capolavori sprecati.
    Tanto vale leggere a chi ama leggere!
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  4. Ho sempre letto ad alta voce quando la figlia era piccola. Era anche un modo per avvicinarla alla lettura perchè poco per volta era lei stessa a prendere il libro e dirmi adesso toca a me.
    Il risultato è stato ottimo :D) Legge legge legge!
    Adesso lo farei per eventuali nipotini e proprio come facevo allora, interpretando i vari personaggi. Per altri no. Se non puoi leggere per motivi che ne so di salute o cecità è un conto ma per pigrizia... no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace "interpretando i vari personaggi"

      Elimina
    2. ahhahhahahh a seconda delle loro battute ero triste, allegra piagnucolosa... un'attrice nata! ahhahahahahha

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy