domenica 15 aprile 2018

Miele e noci

La mia giornata inizia con il miele e termina con le noci, ciò che ci va in mezzo non conta più nulla. Che sia un piatto di pasta o che sia una bistecca non ha più importanza. Adesso risulta evidente che sono le voci alimentari che ho citato nella prima frase non possono mancare sulla mia tavola. Tant'è che se fossi vissuto duemila o tremila anni fa sarei morto o punto dalle api o cadendo da un noce e non inseguendo un coniglio o una gazzella da mettere sulla griglia. 

Se fossi vissuto nei tempi antichi credo che mi sarei dato da fare per avere sempre nella mia capanna o nella mia catapecchia del miele e delle noci

Il miele da mangiare al mattino appena sveglio e le noci da sgranocchiare la sera per cena. In mezzo mi sarei accontentato di quello che avrei trovato. Focacce. Formaggio di capra. Olive, frutta. Magari della carne. Almeno, questo sarebbe successo se allora avessi avuto i gusti che ho adesso

Gusti che ho adesso perché la mia giornata non può fare a meno dei due alimenti che ho citato. 

Ora delle noci ho già avuto modo di parlare nel post, Il cibo degli scrittori: le noci, ma devo ammettere che pure il miele ha il suo peso, ancora più evidente in questi ultimi tempi, visto che non inizio mai le mie mattinate senza averne gustato almeno un cucchiaino. Ma lo uso proprio come alimento e non come dolcificante. 

Speravo a dire il vero di trovare dei passi letterari di qualche scrittore, con il miele ben in vista. Non so, un racconto, una pagina di romanzo, cose così... 

Speravo quasi di trovare in giro uno scrittore famoso che avesse nel miele uno dei suoi alimenti preferiti, in modo da poterne fare un post mirato senza prendere a modello il sottoscritto. Ma è andata male. Non ho trovato nulla. 

E purtroppo non ho trovato neppure delle vere citazioni letterarie legate al miele. Insomma ci sono, ma non nel modo che intendo io. 

Shakespeare ne parla ma solo per riferirsi all'amore. 

Lo stesso fa Oscar Wilde. Ci sono poesie dedicate al miele. Ci sono delle poesie di Emily Dickinson dedicate al miele. La Bibbia è piena di citazioni legate al miele ma più che altro usato ed esaltato in maniera figurativa. 

Insomma coma al solito sono qui a chiedere il vostro aiuto

Vi voglio bene. 

Grazie. 

P.S. - A proposito io il miele lo mangio da solo su un biscotto, oppure con un pezzo di pane. Quando voglio esagerare lo accompagno con il formaggio.

6 commenti:

  1. Non posso darti una mano a tal proposito, sul miele conosco solo aforismi e frasi fatte. A casa non manca mai un barattolo di miele,lo utilizzo come dolcificante per alcuni dolci e come antibiotico naturale in caso di tosse o mal di gola! Per le noci cosa posso dire se non che ne mangio troppe? Una droga,ahimè...
    Ciao e buona domenica 😊

    RispondiElimina
  2. Mi corre l'obbligo di darti una chicca: Sepevi dell'esistenza del "Academy Hemingway Honey Jar"? (prova a fare una ricerca web con questa stringa).

    A quanto ho capito, si tratta di un particolare vasetto di vetro per la conservazione del miele, dotato di mestolo in legno incorporato nel coperchio, per cui, dopo l'utilizzo non è necessario nemmeno sciacquarlo.

    Non sono riuscito a scoprire che nesso c'è tra questo elegante barattolo con "Papa", ma so che lui aveva molto collaborato con l'Accademia di Scienze Naturali della Drexel University di Filadelfia. Magari lo aveva "inventato" lui?!

    Sono o non sono un amico?? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, grazie mille. Ora vado a indagare, magari ne esce un post

      Elimina
  3. Non so chi è l’autore...credo sia un’autrice, però nel romanzo da cui è stato tratto il film Pomodori verdi fritti alla fermata del treno si parla molto bene del miele. Ciao, buona settimana!

    RispondiElimina