lunedì 12 marzo 2018

Il romanzo che ho letto più volte

Ne ho in casa quattro copie. Tutte in edizione tascabile. Due edizione Oscar Mondadori in lingua italiana. Una versione in lingua inglese e una in lingua spagnola. Non lo conosco a memoria, perché la scrittura di Hemingway non si presta a questo scopo ma è il romanzo che ho letto più volte in vita mia. Dieci, cento, mille volte? A voi la risposta... 

Il primato letterario di oggi è di carattere personale e forse non serve sul piano statistico, ma per me è lo stesso molto importante. È il libro che si appropria del posto come Il romanzo che ho letto più volte. Ma potrebbe prendersi anche il posto come primo romanzo di Hemingway che ho acquistato. 

Per chi mi conosce penso sia molto facile capire di quale si tratta: ne ho parlato talmente tanto sul mio blog che ho il dubbio addirttura di aver già postato un articolo come questo. Ma come si suol dire Repetita iuvant e quindi prendetela in questo modo. 

In ogni caso Fiesta o Il sole sorge ancora, romanzo del 1926non so quante volte l'ho letto. Non l'ho mai imparato a memoria perché penso che la semplicità della scrittura di Hemingway non si presta a questo scopo. Ma delle storia non mi sfugge più nulla. 

Primo vero e grande romanzo di successo di un Hemingway poco più che giovanotto. È un romanzo che ho trovato fondamentale anche per approfondire le lingue. 

Per questo in casa, ho pure un'edizione in lingua inglese e una in lingua spagnola (si può prendere il posto anche come numero di copie possedute). I dialoghi di Hemingway sono perfetti dopotutto per questo scopo. 

Ora, al di là dei contenuti, che forse non ci sono neppure o che forse solo qualcuno può cogliere, per conto mio è la perfezione stilistica del romanzo in sé stesso che mi affascina. 

Non una parola in più di quello che occorre. Non una. Non un aggettivo buttato lì a caso. Non un avverbio di troppo. Forse solo qualche sbronza di troppo... 

Vi porto subito alla fine

"Oh, Jake" Brett disse. "Noi due saremmo stati bene assieme." 
Di fronte a noi su una pedana, un poliziotto in kaki dirigeva il traffico. Alzò la sua mazza. La macchina improvvisamente rallentò, spingendo Brett contro di me. "Già" dissi io, "non è bello pensare così?" 
Ernest Hemingway - Fiesta (Il sole sorge ancora) 

Vi voglio bene. 

Grazie. 

Vi rimando a Il ristorante più antico del mondo visto che i due protagonisti c'erano appena usciti...

4 commenti:

  1. Oddio, forse io non posso parlare di romanzo ma di racconto: Il barile di Amontillado di Poe, ecco... è la cosa che ho riletto più volte^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne hai già parlato anche in un altro commento, deve esserti piaciuto molto

      Elimina
  2. Non so dirti onestamente, di diversi ne ho fatto più riletture. Posso dire però che recentemente stavo rileggendo Il Quinto Giorno, poi ho smesso un po' per le pagine, siamo sul migliaio, e un po' perché è arrivata "roba fresca"

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy