mercoledì 7 febbraio 2018

Racconto da buttare

Credo di avere un Racconto da buttare. Non perché sia scritto male. Al contrario. Il racconto è bello, scorrevole e con un buon ritmo, ma credo, per diversi motivi, di non poterlo pubblicare. Non mi rimane che il cestino. Adesso ce l'ho in formato pdf. Una dozzina di cartelle. Se volete leggerlo ve lo invio per posta e poi mi dite cosa ne devo fare. Magari ci posso fare una cartone animato. Ma... 

Tempo fa avevo accennato in un post al problema che avevo con un determinato racconto scritto una decina di anni fa. Lo avevo scritto per partecipare a un concorso su un forum. Mi ricorda un po' certi lavori di Lansdale, visto che inconsciamente mi ero ispirato a un dinosauro, se non sbaglio, presente in un lavoro della raccolta dello scrittore statunitense Maneggiare con cura

Ma sono presenti anche due macchinine con cui giocavo da bambino. 

Il racconto pur essendo scritto bene, pur essendo divertente e poco politicamente corretto, ha un grosso difetto, se difetto si può chiamare, sono nominati e presenti nella narrazione dei personaggi legati al mondo dello spettacolo, dello sport e dei giocattoli (i cosiddetti famosi brand) e non so se questo si possa fare, senza correre qualche rischio. 

Qualcuno mi aveva detto di non provarci neppure a pubblicarlo e infatti per diversi anni non ho più pensato a questo racconto. 

Però è accaduto che nei giorni scorsi mi si è riportato alla vista. Ho provato a rileggerlo e vi devo confessare che regge il tempo e non è affatto male. Vale sicuramente molti racconti di self publishing che si trovano in giro a due o tre euro. 

Potrebbe essere una mossa quella di pubblicarlo su amazon, ma vorrei avere qualche lume in merito prima di farlo. Se poi mi si dice che si può fare allora possiamo fare qualche passo concreto e mirato. 

Intanto se avete voglia di darmi una mano e tempo per leggerlo ve lo posso inviare per posta. Il racconto è impaginato alla grande, in formato a5, garamond, con i rientri e tutti il resto. Pare quasi stampato. 

Il problema e che non so se posso davvero pubblicarlo. Ma so anche che in questo modo posso avere delle risposte su come comportarmi. Magari non lo butterò. Magari resterà lì per sempre sul mio mac finché l'hard disk avrà corrente. Oppure seguirà un'altra strada. Magari lo pubblicherò con uno pseudonimo. 

Magari lo posso vendere direttamente ai brand interessati. 

Magari... 

Vi voglio bene. 

Grazie.

10 commenti:

  1. Stefano Gerosa7 febbraio 2018 08:19

    Manda, sono davvero curioso di leggerlo!

    RispondiElimina
  2. Buttare??

    Un giorno mi piacerebbe trovarmi tra le mani questo racconto,con la copertina bianca e la scritta nera..così come si presenta in questo post!

    Buona giornata!

    L.

    RispondiElimina
  3. Io leggo volentieri :)
    Certo che se questi personaggi e questi brand sono chiamati col loro nome... è rischiosa la cosa!

    RispondiElimina
  4. Prima di pubblicarlo occorre chiedere i permessi a tutti i personaggi citati e alle ditte del marchio citato. Secondo me è più semplice che sostituisci quei nomi con altri nomi di fantasia. Questo almeno mi è stato detto dal mio editore in una diversa circostanza dove citavo degli attori e dei politici. Comunque mi piacerebbe molto leggerlo... va benissimo il formato pdf. Ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy