lunedì 4 dicembre 2017

Il re dei fumetti neri italiani

Ho intrufolato nella mia rubrica dei Record Culturali del lunedì, Il re dei fumetti neri italiani. Dopotutto c'è sempre della letteratura anche in questo contesto fumettaro. 

Devo questo primato a un caro amico e blogger italiano, anche se in questo caso, nonostante sia un blog che leggo tutti i giorni, solo sabato mi ha suggerito un articolo dedicato a Diabolik. Mi ha colpito questo particolare passaggio contenuto in un suo post: 


"Perché Diabolik è così speciale? Di fatto ha inaugurato la stagione dei fumetti neri italiani. Dalla sua prima uscita in poi fu tutto un continuo di personaggi dai nomi ferali e spesso contenenti la K. Non ne è sopravvissuto nemmeno uno, a Diabolik. 
Ci sarà un perché." 

Mi son detto: 


"Perché non farne un post, anch'io? 
Perché non usarlo come record culturale?" 

In realtà c'è ben poco da raccontare da parte mia. Se volete approfondire il perché Diabolik è il Re dei fumetti neri italiani non dovete fare altro che seguire il link alla fonte in fondo al post e andare sul blog di Miki Moz

Io cosa volete che vi racconti? 

Ho acquistato per anni Diabolik e sebbene non sia mai stato un vero fan del personaggio dei fumetti creato nel 1962 da Angela Giussani, non posso negare che lo abbia apprezzato e continui ad apprezzarlo. 

Ho ancora parecchi volumi in casa e forse il formato stesso del fumetto è uno di quelli che più rivestono attrattiva. Ma pare proprio che si debba a questo personaggio la nascita del fumetto nero italiano, un fumetto di tale portata che negli anni successivi alla sua uscita, ispirò una marea di altri fumetti. 

Certo il noir non è il mio genere letterario preferito, ma in un mondo costruito con i disegni e le nuvolette ci può anche stare. E non va dimenticato che Diabolik è stato studiato pure come fenomeno sociologico. 

Se aggiungiamo che Diabolik e Eva Kant sono pure i protagonisti di quattro romanzi scritti da Andrea Carlo Cappi abbiamo completato il giro. 

Da molto tempo, tuttavia, non acquisto più fumetti, men che meno gli albi di Diabolik ma sono contento di aver avuto la possibilità di parlarne oggi. 

Un po' perché mi fa tornare indietro nel tempo, un po' perché mi fa sempre piacere rilanciare il prezioso lavoro degli amici. 

Fateci un giro sul Moz O'Clock - il blog nerd, geek, retro & pop, non ve ne pentirete. 

Vi voglio bene. 

Grazie. 

Fonti: Diabolik, l'albo n. 850!


2 commenti:

  1. Grazie mille! :)
    Mi fa piacere aver stimolato un post... E chissà, Diabolik avrà Nche il record di fumetto italiano con più albi all'attivo?
    Questo mese ne sono 850...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un consiglio mica male, andrò a guardare!

      Elimina