venerdì 27 ottobre 2017

Non si muore d'ignoranza

Se dovessi rinascere ad altra vita non imparerò a leggere e a scrivere. Ci metto una firma (una x). Statene certi. Non frequenterò nessun tipo di scuola e non aprirò un libro che sia uno. A chi mi darà dell'ignorante, risponderò con le parole del titolo di questo articolo: Non si muore d'ignoranza... 

Vivo nell'ignoranza completa da quando sono nato e devo dire che non è affatto male. Sì sta che è un piacere. Non mi manca nulla e non ho bisogno di nulla. Alla faccia di tutti i sapientoni. 

Come ignorante non metti in dubbio nulla se non le cose banali e senza importanza. Magari le rendo importanti, ma non lo sono. Sono cose che servono solo a fare la voce grossa in certi momenti e a farti valere su cose che non contano nulla. 

Bellissimo vivere nell'ignoranza. Ve lo garantisco. Ci dormi la notte e non hai sensi di colpa. Libri, web, giornali, televisione, radio, cinema, politica... 

Studio, letture, tutto a zero! A me non serve nulla di tutto quello che ho appena illustrato: tanto mica si muore di ignoranza. Non so nulla di nulla e non so niente di niente. A volte ci metto becco in qualche discussione ma non mi importa un cavolo. Tanto basta fare la voce grossa e zittisci chiunque. 

Tanto con l'ignoranza mica si muore. Se vuoi fare carriera ti basta prendere un sapientone al tuo servizio e ti fai preparare quello che ti serve e magari lo tratti pure da schiavo. 

Non serve a nulla sapere le cose, lo dico con cognizione di causa. Dove volete andare?  

Dopotutto più si sa e più ci si rende conto di non sapere e se non si sa cosa importa sapere. Quindi è meglio sapere niente del tutto, meglio restare ignoranti, come sto facendo io, tanto non si muore mica di ignoranza. 

A chi mi dice se non mi vergogno a essere così ignorante gli rispondo per le rime e gli dico che non si muore di ignoranza. Dateci sotto con l'ignoranza. Combattete tutte le forme di sapere

Disquisite pure sulla qualità delle cose ma fatelo con ignoranza. Parlate di politica ma fatelo con ignoranza. Andate a votare ma votate con ignoranza. Insomma con l'ignoranza, se ci pensate bene, si può fare qualsiasi cosa nella vita. La cultura e il sapere lasciamolo ai sapientoni

Tanto è bene ricordare che d'ignoranza non si muore. 

Ve lo garantisco. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

11 commenti:

  1. Bel ritratto di troppi uomini di oggi!
    Comunque giá il sapere di non sapere,non significa sapere qualcosa? Scusa il gioco di parole 😊
    Per me sai quali sono gli ignoranti veri? Quelli convinti di sapere tutto. Non su rendono conto che è impossibile!
    Buona giornata Ferruccio

    RispondiElimina
  2. Ti voglio bene anch'io.
    Su con la vita!!!!
    (il sole sta spuntando all'orizzonte)

    RispondiElimina
  3. Direi che hai fatto centro con il descrivere lo schiavo sapientone al servizio dell'ignorante. Ora è così che funziona!
    Rimanere nell'ignoranza ha la sua convenienza, non c'è dubbio, e i più oramai non sanno distinguere il falso dal vero. Cmq l'ignoranza fa danni inestimabili.
    Buona giornata.
    Marina

    RispondiElimina
  4. "Se vuoi fare carriera ti basta prendere un sapientone al tuo servizio e ti fai preparare quello che ti serve e magari lo tratti pure da schiavo".

    Potrebbe essere una massima dei nostri tempi!....l'importante è che si arrivi ad una consapevolezza tale da comprendere se l'ignoranza è stata una nostra scelta o se ci ritroviamo schiavi noi
    per primi di scelte di quegli stessi sapientoni...

    Siamo essere umani ,abbiamo cervello e cuore e sarebbe interessante smettere di vivere nella cospirazione partendo da me per prima che ha citato quel " ritrovarsi schiavi".

    Buona giornata Gianola e grazie per il post,mi ha dato ancora una volta la possibilità di riflettere...

    L.

    RispondiElimina
  5. Beata ignoranza, che te fa star bene de testa, de core (o de cazzo) e de panza:D

    Moz-

    RispondiElimina
  6. Diceva qualcuno, lo so chi, almeno credo, ma non vorrei giammai passare per sapientone, non dopo questo post
    In ogni caso la cosa è così

    Più sai, più soffri

    (Allor tu stai a posto, dissi una volta a una mia amica)

    RispondiElimina