venerdì 4 agosto 2017

Mai letto Rudyard Kipling?

Tra i film che più adoro c'e Kim di Victor Saville. Quando so che lo trasmettono alla tele non mi perdo la visione. Per chi non lo sapesse è un film tratto dal romanzo omonimo dello scrittore britannico Rudyard Kipling. Uno di quei romanzi che vorrei leggere da tanto tempo, ma che ancora non mi è capitato. A dire il vero non ho mai letto Rudyard Kipling, quindi se avete dei suggerimenti potrei cominciare anche con un altro titolo. Magari uno aggiunto da voi. 

Non ho mai letto Kim e tolto qualche brano preso di qua o di là, non ho mai letto neppure Il libro della Giungla. I due titoli più noti del nobel britannico

Ora la seconda opera la conosco a menadito perché mi sono visto chissà quante trasposizioni cinematografiche, per lo più a cartoni animati, oltre a essere un po' nella memoria collettiva. 

Ma devo confessare che sono, sotto certi aspetti, non particolarmente incentivato a leggerlo, anche se uno dei miei romanzi, Il gatto che sognava di essere il delfino, ha come protagonista un gatto. 

Ma con Kim la storia è diversa. 

Oltre a essere un romanzo tremendamente attuale, devo ammettere che sin da bambino le storie che hanno come interpreti le giubbe rosse inglesi mi hanno sempre affascinato. E l'avventura, le vicende storiche sulle quali è costruita la vicenda, me lo hanno presentato da bambino come uno dei più bei film di sempre. 

Paragonabile a Passaggio a Nord Ovest a dirla tutta e per farvi capire come lo vedo. Perciò era naturale che prima o poi chiedessi a qualcuno in giro informazioni più precise. 

Ecco, non ho veramente idea di come scrivesse Kipling. Non so se le sue opere dal punto di vista letterario sono dei mattoni o se scorrono come i film e i cartoni animati che vi ho citato in precedenza. 

Insomma la faccenda è piuttosto complessa e visto che siamo di fronte a un autore addirittura premiato con un nobel. Se ne sapete qualcosa accetto tutti i vostri contributi. 

Ora mi sono permesso di aggiungere l'incipit di Kim, ma se qualcuno se la sente di aggiungere qualche contributo bene venga. Avete tutto il tempo e lo spazio che desiderate. 

Se ne stava, a dispetto delle ordinanze municipali, a cavalcioni del cannone Zam-Zammah, di fronte a quella che gl'indigeni chiamano la Casa delle Meraviglie e che è il museo di Lahore. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

2 commenti:

  1. If è tra le sue cose che amo di più, forse anche più del Libro della giungla... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. If, la poesia? Sì la conosco anch'io... Potente!

      Elimina