venerdì 11 agosto 2017

La mancanza di curiosità

Sono diffidente nei confronti delle persone a cui manca la curiosità. Difficile che entri in empatia con loro, una volta conosciute. Le persone cioè che di fronte a un dilemma e a un problema non si sforzano di trovare soluzioni creative ma si fermano all'ovvio e all'immediato riscontro pratico. Per me sono dei distruttori di sogni. Gente da cui bisogna stare lontani. 

Magari mi sbaglio ma associo la mancanza di curiosità alla mancanza di creatività, alla mancanza di inventiva e di stimoli positivi nel fare le cose. 

Non so, mi sembra che le persone carenti di curiosità sono portate il più delle volte ad accettare di fare una vita passiva e molto terra a terra. 

Una vita dove tutto è scandito da regole ben precise e dove l'immaginazione e la fantasia sono cose viste come fumo negli occhi quando non come la peste. 

Insomma sono molto diffidente nei confronti di questa tipologia di persone. Ci sono persone così abituate al tran tran quotidiano, incuranti di qualsiasi tipo di iniziativa, che neppure si rendono conto che il loro tempo si consuma più velocemente di una candela accesa

Persone in cui l'unico guizzo vitale può essere imputato a un fuori delle regole durante una festa o nel weekend. 

Ma tutto si ferma lì, per il resto, tutto devo andare preciso come le rotaie di una ferrovia. Mi scoccia parlare con gente che non ha curiosità. 

Persone che appena si rendono conto che fai qualcosa di diverso da ciò che concepiscono e che purtroppo sono in grado di capire ti tagliano fuori e non ti prendono più neppure in considerazione. 

Persone così vittime di preconcetti e convinzioni inconsce che neppure prendono in esame la possibilità che un po' di curiosità possa cambiare in meglio la loro vita. 

Già perché con la curiosità si può fare una vita meravigliosa. Con la curiosità ci si può sempre reinventare l'esistenza. Con la curiosità non c'è spazio per la depressione. Con la curiosità si possono trarre lezioni positive da situazioni che magari positive non lo sono per niente. 

Basta guardare le cose con curiosità e pure una persona maleducata assume quel non so che di divertente. Insomma non fatevi mai mancare la curiosità, se potete. 

Se notate una persona che mette dieci cucchiaini di zucchero nella tazzina del caffè chiedetegli perché lo fa, non guardatelo come un matto. 

Non fermatevi a quelli che vedono tutto senza curiosità

Vi voglio bene. 

Grazie.

10 commenti:

  1. La mancanza di curiosità è spesso anche mancanza di fantasia. Una vita preimpostata e triste, secondo me.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con te Ferruccio e conn Miki.
    Fantasia è stimolo in tutti i sensi. Ti fa scoprire imparare.
    Ti fa aprire gli occhi su un qualcosa più grande che può dare problemi ma anhe tante soddisfazioni

    RispondiElimina
  3. La curiosità di cui parli Ferruccio è quella positiva, quella da cui trarre ispirazione, purché non sfoci nella invadenza e sia improntata al rispetto della persona.
    Le regole sono necessarie per il buon e civile vivere di tutti, ma ciò non toglie che se ne possano creare di personali ;)
    Marina

    RispondiElimina
  4. Prima che entrassi qui...io davvero non avevo idea di chi tu fossi,anche dopo aver fatto commenti io ho continuato a non sapere chi tu fossi...che sia stata "curiosità"che mi abbia spinta a leggere pochi minuti fa un po'di te nel web a seguito di questo post è altamente probabile..

    Sei uno scrittore!
    Hai contribuito in qualche modo alla solidarietà verso una fascia di persone...

    Giuro io non sapevo chi tu fossi...!

    Non congelarti se dico che non sono curiosa di andare oltre sapendo chi sei ....perché è quello che " sento " che rende importante ogni nuovo incontro...il tuo profumo....!..è arrivato a me...ancora una volta attraverso il tuo scrivere..

    Grazie.....

    RispondiElimina
  5. Caro Ferruccio, concordo pienamente! Senza curiosità non c'è crescita. Vedo scarsa curiosità in alcuni ragazzi e questo mi fa riflettere, da mamma di adolescenti. Non mi basterà la vita per soddisfare la mia curiosità, spero di lasciarla in eredità. Un abbraccio

    RispondiElimina