sabato 5 agosto 2017

In vetrina con Hemingway

Tra le ricerche fisse che arrivano sul blog c'è Ernest Hemingway. Ho sempre tre o quattro visitatori ogni giorno che lo cercano, indipendentemente dal post pubblicato. Come ben sapete ho molti post dedicati allo scrittore della generazione perduta e per questo sabato terribilmente estivo ho pensato di linkarvi i cinque più letti. Insomma in vetrina con Hemingway

Ieri è toccato a Celine e oggi tanto per non fare distinzioni tocca a Ernest Hemingway. Cinquant’anni anche per lui e spero proprio che per almeno una decina di giorni non ci sia nessun altro scrittore con il cinquantenario della morte da ricordare. Papa Hemingway però c’è e non posso tralasciarlo, d’altronde credo sia uno dei miei autori preferiti. 
---> Vade retro Satana 

Non ho ancora le idee del tutto chiare in mente, ma credo si tratti di una nuova rubrica. A dire il vero pensavo a Lansdale per cominciare: domandare qualcosa sulla narrativa di Lansdale e poi fermarmi lì. Poi mi sono detto ma perché devo partire con Lansdale? Ci sono un sacco di scrittori da prendere in considerazione e con un po’ di malizia posso andare avanti a postare per un sacco di tempo articoli usando un buon criterio di costruzione. 
---> Dove si comincia con Hemingway? 

Dopo una lista di romanzi che Fabio Volo invita a leggere, postare un articolo con i libri consigliati per una buona e sana lettura da Ernest Hemingway è un po’ paradossale. Lo capisco ma abbiate pazienza: io sono un grande fan dello scrittore americano ed era chiaro che prima o poi ci sarei arrivato a realizzare un post del genere. È stata quasi una reazione peristaltica. 
---> I consigli di lettura di Hemingway 

A marzo dell’anno scorso avevo postato un articolo in cui elencavo cinque tra i libri preferiti da Ernest Hemingway, libri che lo scrittore americano consigliava vivamente di leggere. Tali opere erano niente meno estrapolate dalle letture dei suoi lavori non legati alla fiction ( a parte Memorie di un cacciatore, il libro preferito dal protagonista di Fiesta, Jack Barnes). 
---> I sedici libri da leggere secondo Ernest Hemingway 

«Ora non è il momento di pensare a quello che non hai. Pensa a quello che puoi fare con quello che hai.» 
La frase seguente e presa da Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway, ma non voglio parlare assolutamente del capolavoro che è valso il nobel letterario a Papa. In realtà non ha neppure troppa importanza sapere che sia stata ideata da lui effettivamente questa frase, è soltanto un punto di partenza: ciò che conta e comprenderne e assimilarne il significato e trarne qualche vantaggio. 
---> Pensa a quello che puoi fare con quello che hai 

Vi voglio bene. 

Grazie.

2 commenti:

  1. Ti è capitato di vedere Midnight in Paris? Per quelle strane combinazioni mentali, il tuo post me l'ha fatto tornare in mente. O forse perché, ti ho immaginato seduto in un caffè a parlare con Hemingway...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto il film, bello, anche se troppo caricaturale dal mio punto di vista.

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy