domenica 13 agosto 2017

Il pane nudo

Pane, letteratura e blog e il post più letto della mia cucina letteraria. Ha poco più di un anno di vita e mi ha portato quasi ventimila visite. Mi fa molto piacere perché ben si associa con i contenuti semplici che pubblico. Per me, il pane, come la cultura, è essenziale, anche nudo

Il pane è comparso diverse volte sul mio blog, specialmente in quella che è ormai la mia rubrica domenicale dedicata alla cucina letteraria. 

Adesso non è detto che ci sia delle letteratura in questo articolo, ma se ci penso un poco non farei fatica a scrivere dei racconti dove il pane è protagonista. 

Magari prendendo spunto da questa top ten. Dieci indimenticabili momenti della mia vita dove il pane è stato ed è protagonista. 

1 - La mia giornata comincia sempre con del pane integrale, con del formaggio e con dei salumi. 

2 - Una volta, da adolescenti, io e mio fratello maggiore, abbiamo mangiato dieci panini (michette) a testa per pranzo. 

3 - Il pane che più mi ha sbalestrato è quello sciocco toscano. 

4 - Il pane che più apprezzo in questo momento è quello di Altamura (le pagnotte). 

5 - Non ricordo quanti tipi di pane ho provato in vita mia. A occhio almeno un centinaio. Sono ben pochi tuttavia quelli che non mi sono piaciuti. 

6 - A militare, sopperivo alla fame, visto che la cucina era orribile, mangiando pane nudo. Avevo sempre le tasche della mimetica con dentro un panino con niente

7 - Ho fatto un po' fatica ad abituarmi al fatto che, in certi posti all'estero, il pane va ordinato e non è un tipico coperto come succede dalla nostre parti. Ricordo che una volta a Potsdam dovetti scegliere tra patate e pane. Non capii bene cosa mi fu chiesto e mangiai un piatto di pesce con delle patate delizioso, ma la mancanza di pane mi ha reso indimenticabile quel posto. 

8 - Senza pane non sono mai sazio. Mi manca sempre qualcosa. Non accetto di vedere la mia tavola senza un po' di pane. Anche solo per fare la scarpetta. 

9 - A Vienna ho mangiato un panino con wurstel identico a quello del Commissario Rex

10 - La baguette francese con burro e prosciutto viene invece da Marsiglia. Preso una volta in un panificio nella zona attorno al porto della città mediterranea. 

Il titolo ricorda un po' quello di un famoso romanzo della beat generation, sapete qual è? 

Vi voglio bene. 

Grazie.

5 commenti:

  1. Il pane sta alla base della nostra alimentazione, anche "nudo" e come si dice da noi "pane cun pane" 😉

    RispondiElimina
  2. Wè, qui hai il nipote di un fornaio, lo sai? ;)
    Sono cresciuto svegliandomi, ogni estate, con il caldo e dolce odore del pane appena sfornato.
    Non sono un gran mangiatore di pane, ma provo sempre ogni qualità (Altamura rulez!). Oh, il pane pugliese, con due pomodorini strusciati, olio e origano... è l'orgasmo perfetto.
    Anche la frisella il top!^^

    Moz-

    RispondiElimina