mercoledì 19 luglio 2017

Il geroglifico dello scrittore

Immagino che non capirete nulla di quello che ho scritto oggi. Ma c’ho voluto lo stesso provare. Colpa di Omero, Borges e qualche altro autore. Magari riuscite a capire il significato del testo e dove volevo arrivare con questa specie di geroglifico. Il geroglifico dello scrittore l’ho intitolato. Provate a cercare di capire il testo e magari a interpretarlo in qualche passo. Dopotutto qualche indizio ve l'ho dato… 

Sr9 provando ascrive econ fli occhi chgiu. Ho letto vh Omrto r snvhr sltri grsnfi dvittoyirtsno viurvhir r skkits ho otibstins dvubrtr vinr hki ivvhi vhgsi. ùSi caoisce subcito vhe noinb gi ho faoo darrilfeaia però p un eseirmenti chef voevo fare non p ls prims volta chef faccui u u23rt ciwe, Ho ptobsto sf sptort rlgo ovvjo a metò fk ydto e non di capisce un tubo. 

Spero tanto cje ohno tanto qualche parola sia leggibile cos’ per dire e per avere un po di idea di qiuello chef stavo facendo, Certo chef oer oimero non deve essere asdtaor daciele e nemmeno per -borges scirvew reyytre wquelle cowe poassare alla stoai… Ma adesoos voflioa cedere coi come siret anravei e carcre di estrspolsre n tresto chef sia er cosè dore do sesmp cp,epoiuto. 

Ci confesso chef p asta un’ompreaa mica male arricvare quasdi in fondo. Ma vic oenfesso chef si tratta du un testi cnesenso compiutim aorte trutti u casbi con le lettere: ho dovuto penrsre s wirllo vhr dvibrbo, Imspmms non p un trdyo mrddp li s cso. 

Certomal pin454ttwqu6wnm è wirlls vjr p vomr anche yuyoy il resot. IOr mr prtò m non p dsysoy drmplivr dvibrtlo r bbi r so anvche chr gli dvittoyit vrvhi micvs dono vomr mr, Lptpfryysbsmo wirllo vjr dvibrbsmo, 

Spero in ogni vsod vr mi concederete questa oiccola divagazione oiena due ketter chef beooure su caouscbi, spero chef chef nin abbaiatree a make, è astato rerrohle ompejhnarsi a scibete queste cose, bin acinla testiera cnperta oerfhcue daei oirtui tinnare ubtìduetro , ma proprio con elgiocchi chgsiusue ed uyadare ka tasirernaocmoetta dke nac nonpe sempkice oer uebte siere ocmienqie liberti di nin keggenu oul se vu gi asutfari cibe quest acisa e se nu sibai oresi questa ouccikakuvertk 

Vi vodlio bene, 

Grscir. 

P. S. Abbiate pazienza se oggi mi sono preso questa libertà. Ogni tanto una piccola divagazione ci sta bene. Ma come ho scritto nell’enigmatico testo ho voluto davvero sperimentare come si possa scrivere in certe condizioni.

6 commenti:

  1. vsod=caos?
    Ci sta proprio!

    RispondiElimina
  2. Ho trovato molto lovecraftiano il penultimo paragrafo.

    RispondiElimina
  3. volevo risponderti ad occhi chiusi... ma avevo scritto robe veramente illegibili... carina l'iniziativa però.. originale... ;)

    RispondiElimina