martedì 13 giugno 2017

Perché lo fate?

Ogni volta che vi mettete a fare qualcosa, provate a chiedervi perché lo fate? Ne rimarrete sorpresi. Dando la giusta risposta vi renderete conto di come, in molti casi, sprecate la vostra energia dietro a cose inutili e che non servono a nulla e che sopratutto non vi interessano. 

Molta gente che conosco, sono convinto che, fa la cose che fa in maniera naturale e spesso senza pensare. Un qualcosa di automatico o un qualcosa che gli hanno istillato dentro sin da quando erano bambini. Sanno per natura che devono fare certe cose senza farsi troppe domande. E molte volte si cresce così e si passa la vita così, in una rassegnata accettazione. 

Si fanno le cose senza chiedersi il motivo per cui si fanno. Si fanno e basta. Si fanno perché qualcuno magari ha deciso così per noi e noi ci adattiamo. Provate a pensare soltanto al campo del lavoro, pensate alla vostra occupazione: come l'avete scelta o come l'avete trovata. 

Provate a pensare all'infinità di persone che fanno quel lavoro perché lo faceva suo padre o perché lo faceva suo nonno o perché gli è capitato sottomano quasi senza saperlo. Capito no cosa intendo? 

Credo che la mia vita si cambiata in maniera profonda (e naturalmente in meglio) da quando mi chiedo il perché, di fronte a ogni cosa che debbo fare. Dalla più piccola alla più grande. Mi chiedo sempre il perché lo faccio. 

Perché devo andare in ferie il mese d'agosto se poi non faccio altro che tornare a casa più stressato di quando sono partito? Perché mi devo sposare per fare piacere a qualcuno? 

Perché devo perdere tempo con quella persona? Perché devo fumare un pacchetto di sigarette ogni giorno? Perché devo buttare via la mia giornata nel traffico ogni giorno? Perché voglio scrivere libri? 

Perché voglio imparare a suonare? Perché voglio essere amato? 

Perché? Perché? 

Chiedeteli sempre 'sti perché.  Fatevi queste domande. Magari non usate le domande banali che ho inserito in questo post. Sforzatevi di fare le domande giuste

Ogni volta che vi imbattete in una nuova esperienza che vi porta a reagire in un certo modo, chiedetevi perché lo fate

Date voce ai vostri perché. Chiedetevi anche il perché avete letto questo post e magari datemi anche una risposta. Ve ne sarà grato. 

Vi voglio bene. 

Grazie.
  
Ps. Sapete che, da qualche mese, ogni volta che ricevo una richiesta d'amicizia su facebook chiedo il perché mi è stata fatta la richiesta?

6 commenti:

  1. Ferruccio Gianola

    Perché tra tanti blog ho scelto di fermarmi nel suo?

    Perché le scrivo?

    Perché mi risponde?

    Bene una cosa la posso dire con certezza,ho trovato interessanti alcuni suoi pensieri,questa pagina ne è un esempio,sento che non ancora tutto è perduto,si respira nella "naturalezza"..

    Grazie ...le voglio bene .

    L.

    RispondiElimina
  2. Post bellissimo.
    Io sono uno che di domande se ne fa poche se sono per darsi freni e problemi, ma che si chiede esattamente quello che sottolinei tu: l'utilità dei gesti.

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Quanta ragione hai dicendo "qualosa che hanno installato dentro fin da bambini"
    Proprio così soprattutto quando si era bambinE, femminue.
    Se non ti fai domande accontenti tutti e ti scontenti tu. quando incominci a porti questi perchè... mio Dio, ma come sei diventata insopportabile!
    Comunque, perchè vengo qui? Perchè mi ci trovo bene!
    Perchè scrivo? Perchè mi piace, mi diverte mi rilassa, mi aiuta a tirare avanti.
    Perchè mando affan............ alcune persone? Perchè ho scelto. O loro o io. :) E dai, che la risposta è semplice ahahhaahahahahh

    RispondiElimina