lunedì 6 febbraio 2017

Lo scrittore più pagato del 2016

Leggendo questo articolo le mamme, e sopratutto i papà, cambieranno opinione e cercheranno di spingere i loro figlioli a diventare scrittori e non calciatori, visto che Messi e Cristiano Ronaldo, l'anno scorso, non hanno guadagnato quanto James Patterson... 

Per la terza volta consecutiva, infatti, secondo Forbes, James Patterson risulta essere lo scrittore più pagato del 2016

Lo scrittore avrebbe guadagnato ben 95 milioni di dollari con le sue produzioni letterarie confermandosi al vertice della categoria e prendendosi il posto nella mia rubrica settimanale del lunedì. 

Naturalmente sono contento per lui ma nonostante questo favoloso incasso e per i suoi conti in banca (dubito ne abbia solo uno) James Patterson continua a essere uno scrittore sconosciuto per quanto mi riguarda. Non ho mai letto nulla e non so neppure che linea narrativa, se non a grosse linee, seguono i suoi romanzi. 

Ho alla memoria, qualche piccolo ricordo legato a un film che ha come protagonista il dottor Cross, ma è evidente che non può avere un termine di paragone letterario sufficiente. 

Così ho aggiunto l’incipit di Mastermind, uno dei suoi romanzi più famosi, sperando che magari qualcuno mi sappia dire qualcosa di più preciso in merito. 

D’altra parte le voci attorno a Patterson sono diverse. C’è chi dice che il suo lavoro sia frutto dell’opera di vari ghost writer e che il suo modo di scrivere sia più simile a una produzione di tipo aziendale che a quello di un semplice scrittore. 

Brianne Parker non sembrava né una rapinatrice di banche né un’assassina: il suo viso dai lineamenti infantili, deliziosamente paffuto, avrebbe ingannato chiunque. Ma lei sapeva che, se quella mattina fosse stata costretta a uccidere, non avrebbe esitato a farlo. E alle otto e dieci avrebbe avuto la conferma. La ventiquattrenne Brianne indossava una specie di uniforme militare color kaki, una giacca a vento di un azzurro polveroso con la scritta UNIVERSITY OF MARYLAND e scarpe da ginnastica Nike, bianche e un po’ scorticate. Nessuno dei pendolari che giravano in città così di buon’ora la notò, mentre scendeva dalla sua Acura bianca, con la carrozzeria ammaccata, si avviava verso un folto boschetto di sempreverdi e vi si nascondeva. 

Vi voglio bene. 

Grazie. 

Fonti: Forbes 

P.S. Se tutto funzione come dovrebbe andare, per le prossime settimane dovrei riuscire a catalogare alcuni Record culturali relativi all'anno appena trascorso. Il libro più vendutoL’ebook più venduto. Cose così. Ora se qualcuno ha gli elementi utili per darmi una mano…

14 commenti:

  1. Sai che anch'io, ogni volta che mi cade l'occhio su una copertina di un libro di Patterson, ho sempre l'impressione di trovarmi davanti a un prodotto di tipo aziendale. Non oso quasi avvicinarmi ai suoi libri, figuriamoci leggerli.

    RispondiElimina
  2. Mai letto niente di Patterson.. e neanche mai sentito dell'Acura dell'incipit...ho dovuto gugolare record pure questo... ;)

    RispondiElimina
  3. Ciao.
    Non lo conosco bene, nel senso che non ho letto tipo 10 dei suoi libri, ma ci sono andato vicino.
    A parer mio, Mastermind è uno dei peggiori della serie di Cross, indi non so la fonte tua.

    E' stato molto criticato un horror (diciamo così) recentemente proposto, ma cronologicamente dello scorso secolo, dal titolo Virgin. Ecco, devo dire che invece quello mi è piaciuto ed eccome. Poi c'è la squadra delle donne, più qualche altra serie che non conosco.
    Detto ciò, lui vende, questo è indubbio, ma non so se in queste classifiche si tiene conto del "bilancio consolidato" di uno scrittore, andando ad intendere anche royalties per film, serie e videogiochi. In tal caso credo che gente come Crichton e Clancy se la giocherebbero ed eccome :-D
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  4. Amante dei thriller quale sono, ho letto tutti gli autori americani di questo grnere, almeno quelli pubblicati da noi.
    Ho fatto una mia scelta e tra questi non c'è Patterson, perchè, a mio parere scrive in serie, più o meno telegraficamente, senza mai
    approfondimenti psicologici dei personaggi.
    Cristiana



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, grazie Cristiana, un consiglio più che utile

      Elimina
  5. Cristiana, a questo punto mi vien da chiederti cosa ne pensi di Deaver e Connelly, nei confronti dei quali ho sentimenti ondivaghi :-D, ma forse son stato solo sfortunato :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deaver mi colpì col primo libro che lessi, poi l'ho abbandonato perchè noioso e ripetitivo
      Di M.Connelly apprezzo molto il suo Hieronymus Bosch, forse anche perchè ambienta i suoi libri in una L.A. che conosco bene.

      Elimina
  6. Mai letto nulla di suo.
    Quindi non ho contribuito alla sua ricchezza :p

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Mai letto nulla di Patterson. Di Crichton e Clanzy citati sopra sì ma Patterson... ma lo sai che son fatta male. :) Quando fanno troppo publicità ad un libro io giro al largo per partito preso :)

    RispondiElimina
  8. Mai letto nulla di Patterson nemmeno io... in compenso sono sicuramente la scrittrice che è stata la meno pagata del 2016! :-P

    RispondiElimina
  9. Mai sentito, ma dal dubbio che si tratti di una produzione aziendale che si serve di gost writers penso che per me è bocciato!

    RispondiElimina