venerdì 11 novembre 2016

Come sarà il libro?

Si entra in un libro come in un treno, con qualche occhiatina dietro, con qualche esitazione e con la noia di cambiare luogo e idee. Come andrà il viaggio? Come sarà il libro? 

Secondo post consecutivo suggerito dal medesimo scrittore, perché se con l'articolo Scrivete quello che dovete dire di ieri sono stato ispirato dallo scrittore Jules Renard, con questo lo sono ancora di più. 

Ma non posso fare a meno di ammettere che la frase con cui inizio questo post è davvero stuzzicante e a effetto. 

Certo, non lo metto in dubbio, corro il rischio di scrivere delle eresie e magari di essere pure frainteso se non banale, ma nessuno mi toglie dalla testa l'idea che ogni volta che apro un libro inconsciamente mi sto chiedendo come sarà

Mi sto chiedendo senza saperlo se sarà in grado di darmi qualcosa. Mi sto chiedendo se sarà in grado di farmi crescere o se sarà soltanto del tempo buttato via. Mi sto chiedendo che storia leggerò, se sarà quella che davvero mi aspetto o se invece andrò incontro a una delusione. 

Sono convinto che è così. Un qualcosa di inconscio che neppure conosciamo. Ed è così da sempre. 

Sin dalle prime volte che mi recavo in una libreria per acquistare un libro, o anche semplicemente in una biblioteca per prenderne uno in prestito, sono sempre stato dell’idea che ci fosse dentro di me un qualcosa di incorporato che mi obbligava a fare questa domanda e forse è proprio grazie a questa domanda che ho preso poche cantonate. 

Ma immagino che pure per voi, sempre che siate dei lettori, la frase di Renard faccia il suo effetto. Vi immagino mentre vi sedete sulla poltrona, un attimo prima di aprire il libro . Vi immagino alle prese con questa domanda: “Come sarà questo libro?” 

Su, fatemi contento, ditemi che anche per voi un libro è come un viaggio in treno e che prima di partire vi chiedete come sarà. Un viaggio pieno di sorprese deliziose dalla stazione di partenza sino alla stazione di arrivo o al contrario un viaggio che vi farà star male o peggio ancora del tutto inutile. 

Coraggio, fatevi avanti

Vi voglio bene. 

Grazie.

6 commenti:

  1. In effetti, la scelta un libro può essere paragonata alla prenotazione un viaggio lontano, in un luogo sconosciuto. Dove mi porterà? Quanta gente nuova conoscerò? E proprio come le fermate del treno, in ogni capitolo del libro, scenderà e salirà gente nuova. Personaggi che vanno e che arrivano. Alcuni passeranno inosservati, altri lasceranno una traccia indelebile nei nostri ricordi. Ma c'è una cosa in particolare che collega la lettura di un libro al viaggio in treno, ed è l'arrivo. Proprio come succede in un viaggio è noioso, ci sembra non arrivare mai a destinazione. Mentre la conoscenza di persone fantastiche fa sì che l'ultima fermata arrivi troppo in fretta.

    Bell'articolo amico mio. Spalanca la fantasia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, occorre molta fantasia al giorno d'oggi,, infatti!

      Elimina
  2. Viaggio intreno senz'altro. A volte in prima classe a volte in piedi.
    Come sarà non me lo chiedo mai. Mi dico "vediamo" che poi in fondo è uguale. Cerco di non avere mai grandi aspettative da un autore nuovo. Da quelli che amo invece sì
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patricia, è sempre stimolante leggere i tuoi commenti!

      Elimina
  3. Ogniqualvolta inizio a leggere un nuovo libro mi pongo sempre questa domanda,inizio il viaggio e spero che sia ricco di emozioni,che la storia mi rapisca regalandomi sensazioni profonde,sensazioni che mi arricchiscano l'anima...quando leggo mi trasferisco talmente tanto nella storia che il più delle volte mi ritrovo a sentire nostalgia dei personaggi,questo fatto mi "blocca"un pochino nell' intraprendere una nuova lettura😊 ma bastano poche pagine per farmi immergere nella nuova storia.Curioso il legame che hai fatto paragonando l'inizio della lettura di un nuovo libro con l'inizio di un viaggio in treno ...mi piace 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è roba mia,ma un suggerimento di un grande autore!

      Elimina