giovedì 20 ottobre 2016

I nomi dei personaggi presi da facebook

#Simenon prendeva i nomi dei personaggi dei suoi romanzi dall'elenco del telefono. Ora state certi che, per le mie storie, io li prendo dai miei amici in #facebook. Ce ne sono di straordinari

Già in passato, nel post Il mio nome è nessuno, avevo parlato delle problematiche che ruotano attorno al nome dei personaggi dei miei racconti e dei miei romanzi. 

Inutile adesso chi ricominci da zero con il discorso. Se avete voglia leggete il post e così sapete cosa volevo dire allora. 

Nel frattempo, però, un po' di  cose sono cambiate. 

Qualche sera fa, durante la programmazione di uno di qui giochini televisivi, è emerso che Georges Simenon, il creatore de Il commissario Maigret, un autore più volte apparso sul mio blog, era solito scegliere il nome dei suoi personaggi dall'elenco telefonico.

Un qualcosa che ho fatto anche io in qualche occasione. Ma ne ho presi tanti anche dai registri di classe degli istituti dove mi è capitato d'insegnare. 

Ora però ho pensato che un'ottima risorsa potrebbe essere quella di ricorrere a facebook. Curiosare tra gli amici di facebook... 

Non esagero nel dire che è come scoprire una miniera d'oro. Facendo combinazioni con i nomi e con i cognomi dei vari amici avrei solo l'imbarazzo della scelta, senza considerare tutti i nickname, soprannomi e altre voci. Potrei  provarne la musicalità e il suono, durante la lettura, prima di sceglierli. 

Insomma potrei battezzare il criminale del mio romanzo senza spremere troppo le meningi. Lo stesso potrei fare per un'eroina di cui innamorarmi... 

Potrei scegliere le combinazioni da un numero di cinquemila utenti, molti dei quali stranieri. 

Un archivio immenso in poche parole. 

Ma naturalmente se avete altre strade da consigliarmi non le escludo. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

11 commenti:

  1. In pratica tutti i posti dove vedi elencati nomi possono essere una miniera da cui ricavare nomi di personaggi. I socialcosi, in questo caso, svolgono papale papale la funzione che svolgevano gli ormai defunti elenchi telefonici per Maigret; ma anche i registri scolastici, come dicevi tu, o l'organigramma di una grossa ditta, o le liste elettorali, o qualunque altra lista di nomi. C'è solo l'imbarazzo della scelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I socialcosi mettono addirittura i soprannomi

      Elimina
    2. Può essere utile se stai scrivendo di un personaggio che ha un account su un socialcoso - ma è più facile inventarsi un soprannome/pseudonimo/nickname/quello che è di sana pianta, come ce lo si inventa quando ci si iscrive a un socialcoso. Anche perché se scopiazzi il soprannome di qualcuno, quel qualcuno potrebbe giustamente arrabbiarsi per averglielo sgraffignato.

      Elimina
    3. Sì, i soprannomi è meglio non usarli se non si ha il permesso!

      Elimina
  2. Eheh, ottima scelta.
    In fondo, credo che in molti facciano così, senza doverseli inventare di sana pianta.
    Io, per nomi fantasy, usavo "spezzare" titoli di vhs Disney e li riassemblavo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se dovessi scrivere una storia con dei ragazzi, uno chge si chiama MikiMoz lo metto di sicuro

      Elimina
    2. Ferruccio... dopo il post il post sul blog di Miki devi fargli fare il torturatore però ahahhaahahahah

      Problema che per ora non mi tange visto che di libri non ne ho scritti. Nei miei racconti poi i nomi sono scomparsi.
      E' una cosa che mi sono sempre chiesta però. E se una persona per caso trova il suo nome e cognome in un libro? Come la può prendere? E se riveste il ruolo di un cattivo/perfido/sadico e invece è un buono di cuore?

      Comunque il progresso eh... via l'elenco telefonico e vai di facebook ahahahahah

      Elimina
    3. Gli farò fare il torturatore, senza ombra di dubbio.
      No, ma faccio un miscuglio... naturalmente se dovessi prendere qualcuno di reale glielo chiederei

      Elimina
    4. Indubbio ma la mia domanda era questa.
      Un autore non conosce XIN LIN e chiama così questo personaggio. Lo Xin Ling reale lo scopre, come può prenderla? Se ha spirito ci fa una risata.
      Se ci pensiamo creare un binomio nome/cognome inesistente penso sia impossibile.
      Curiosità pura la mia ma non mi sono mai saputa rispondere

      Elimina
    5. Il problema potrebbe nascere se un nome è "unico" e famoso

      Elimina
    6. Hai ragione. Non ci avevo pensato. Un personaggio di nome Mario Rossi è un conto, uno di nome Brad Pitt è un altro...

      Elimina