sabato 27 agosto 2016

Libri da rileggere

La vetrina settimanale di questo ultimo sabato d'agosto mi serve sopratutto per fare un po' di revival e segnalare alcuni libri che ho riletto quest'anno e che invito chi non lo ha fatto a leggere. 

Mi serve anche però per capire se sono il solo a rileggere libri che magari conosco a menadito o se esiste qualche lettore o lettrice che ama comportarsi allo stesso modo. 

Ora i cinque libri che ho riletto in questi ultimi mesi e quindi i libri da rileggere sono i seguenti: 



Cavalli selvaggi di Cormac McCarthy 

In Patagonia di Bruce Chatwin 

Patagonia express. Appunti dal sud del mondo di Luis Sepúlveda 

Il paese del carnevale di Jorge Amado 

I primi due della lista sono citati di frequente sul mio blog, è inutile, penso, spiegarvi del perché li amo così tanto. Vi basta cliccare sul nome dell'autore per saperlo. 

Il terzo e il quarto li ho riletti perché sono legati a un progetto molto importante di cui vi parlerò di certo nei prossimi mesi. Mi è stato naturale riprenderli. 

Il quinto? Be' vediamo se a qualcuno viene in mente il motivo per cui l'ho riletto, magari mi azzecca anche il periodo. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

8 commenti:

  1. Da totale inesperto di letteratura sudamericana non sono in grado di risolvere il quizzino.
    In quanto alla prima domanda, il 50% delle mie letture sono in genere riletture.

    RispondiElimina
  2. Ho letto (per adesso) soltanto il libro di Sepúlveda (bellissimo, molto di più che un diario di viaggio!) e perché hai letto il quinto... perché ricorda il nostro paese (sì, sono polemica)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello sì il libro di Sepúlveda.

      Per il quinto? Acqua! Non ha a che fare con il nostro paese

      Elimina
  3. Letti tutti Ferruccio. Anni fa ma letti e per la rlettura non eancora il momento.
    Per la trilogia di McCarthy il merito va a te,comunque.ne avdvi parlato qui sul blog.
    Per Amado non so che dirti. Io lo leggo perchè lo amo, parladi un mondo cosi diverso dal nostroe cosi affascinante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che amdo è stato ispirato dalle olimpiadi

      Elimina
  4. Io in genere non rileggo per non togliere tempo a libri che non ho mai letto. Ci sono, però, un paio di libri che ho riletto e sono "Il Maestro e Margherita" e "Le correzioni".

    RispondiElimina