lunedì 1 agosto 2016

Il primo romanzo cortese della storia

Per questo primo lunedì d'agosto cataloghiamo tra i nostri primati letterari Il primo romanzo cortese della storia, un genere letterario che si sviluppò  a partire dalla seconda metà del XII secolo sino al XIV secolo estendendosi nei territori dell'Europa, sopratutto nella Francia settentrionale e in Inghilterra. 

Sorpresi? 

Non fatevi troppe illusioni, non pensate che per cortese si intenda qualche qualità particolare visto che il termine è riferito al contesto medioevale dell'ambiente di corte, con tutto quello che ne sussegue. 

Il singolare primato odierno dunque spetta dunque al lavoro portato a termine dal chierico francese Benoît de Sainte-Maure Romanzo di Troia (Le Roman de Troie), un romanzo cortese scritto tra il 1160 e il 1170. 

Un romanzo del genere è solo il primo di una lunga serie visto che del genere fanno parte anche le Saghe legate a Re Artù e altri storie del genere. 

Facile quindi immaginare i contenuti di queste storie: cavalieri, cavalli bardati. Streghe. Maghi e magie, storie d'amore, principesse, incantesimi, battaglie. Caroselli, spade, olio bollente. Castelli e torri. Assedi. Fossati, arcieri. spadaccini e lancieri. Ladri di ogni sorta. Caccia al cervo. Caccia alla volpe. Zimbelli di corte. Tasse. Tradimenti... 

E se volete aggiungere qualcosa, c'è spazio. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

8 commenti:

  1. In tutta onestà credevo Chretien de Troyes, con il ponte della spada, ma il periodo è quello, e anche la formazione da chierico.
    Ricordo che ne lessi tralci in letteratura francese al liceo, parlava di Lancillotto, credp. Se non Lancillotto, Tristano, ma mi sembra Lancillotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo di aver letto molto poco, ma ho visto decine di film sul genere!

      Elimina
  2. Un bel primato anche questo! Libriccino che mi aveva molto incuriosito in passato e che ero stato sul punto di comprare. Mi pare sia uscito nella Biblioteca di letteratura medievale della Luni, una serie molto ben fatta di cui ho un paio di volumi.

    RispondiElimina
  3. Il termine cortese va inteso in modo più sottile: presuppone una serie di valori, quelli della cortesia che contraddistinguevano la società di corte, elegante e raffinata. L'amore ha un ruolo centrale, ed è quello "cortese" (la figura femminile assume assoluta importanza). Quindi sì, è come hai scritto tenendo fermo che abbiamo a che fare con una corte "sofisticata" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben venga il tuo approfondimento, l'avevo preso un po' alla larga, ma vale lo stesso come Primato :-D

      Elimina
  4. Aggiungo La freccia nera recitato in modo sublime da grandi attori...un ricordo d'infanzia rispolverato per caso due giorni fa in rete ( non ho il link ma l'ho visto in grande sullo schermo della TV e mi ha fatto molto piacere) . Un'opera del passato, che però in termini di qualità oggi nessuna TV è in grado di realizzare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. S', rientra nel genere, ma forse pè stato scritto qualche secolo dopo

      Elimina