martedì 31 maggio 2016

Un Pò non può essere un refuso

Sabato scorso un amico blogger mi ha inviato in privato un messaggio su facebook dove mi segnalava la presenza di diversi refusi nell'articolo del giorno precedente. 

Naturalmente ho apprezzato il messaggio, anche perché non era per nulla fuori luogo. 

Perciò senza fare nomi e cognomi ho deciso di ringraziarlo (tanto lui sa chi è) con un post pubblico, sperando che lui a sua volta possa apprezzare. 

D'altra parte il suo messaggio mi ha ricordato un fatto di cui sono protagonista e che si sposa con il suo stesso comportamento, anche se gli effetti e le conseguenze sono stati completamente diversi. Qualche tempo fa mi sono permesso di segnalare in modo educato a una persona che credevo di un certo spessore culturale e professionale la presenza in un suo status del termine "pò", scrivendogli in un messaggio privato (nulla di pubblico) che un Pò non può essere un refuso e che non stava affatto bene sulla sua bacheca. 

Gliel'ho segnalato cercando di utilizzare un piglio ironico per evitare di apparire inopportuno e offensivo e forse anche dal fatto che avessi già interagito con lui non mi dava apprensioni e neppure mi faceva pensare che potesse essere mal recepito. 

Purtroppo, però, il mio messaggio deve essere stato visto come quello di una persona che parlava con sicumera e con superbia e così non solo ho ricevuto risposta, nel giro di qualche giorno mi sono trovato bloccato su facebook come se fossi stato il peggiore dei troll e poco alla volta più o meno la stessa fine ho fatto sugli altri social media. 

Ecco, detto questo, sappiate che io non sono così. I miei post fanno largo uso di refusi e forse anche di errori ortografici e non abbiate timori nel segnalarmeli. 

Hemingway, a chi lo accusava di fare queste cose, era solito rispondere  che poteva sempre pagarsi chi poteva correggerlo. Anche Karol Wojtyla, seppur in un altro contesto ha detto: "Se sbaglio, mi corrigerete"

Insomma penso che ci siamo capiti. 

Vi voglio bene. 

Grazie. 

P.S. l'immagine del fiume Po forse non è contestuale al post, ma è di pubblico dominio e mi piace l'idea che qualcuno possa coglierci un messaggio ironico.

13 commenti:

  1. Quanta gente strana c'è in circolazione,offendersi perchè gli si fa notare un errore è il massimo!!!Gente che evidentemente non ha ancora capito che nella vita,in questo caso nella scrittura,si possono commettere degli errori,magari di battitura se lo si fa con una tastiera,oppure una semplice distrazione o magari si scrive una parolina in un determinato modo perchè si è convinti sia giusta cosi...nella vita c'è sempre da imparare...errare humanum est...

    RispondiElimina
  2. C'è un po' di (po)pò nel Po...

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio soprattutto per aver specificato che l'immagine non è contestuale al post. Stavo per scriverti un messaggio privato per segnalarti tale assurda incongruenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, sono cose che vanno specificate

      Elimina
    2. Ma LOL! Stavo per farlo anche io XD

      Elimina
  4. Ferruccio, scherzi? Oltretutto glielo hai segnalato in privato... da amico. Mah... le persone non sai più come prenderle oggigiorno.
    Una svista può capitare a tutti perchè nessuno è perfetto e forse a certa gente rode proprio questo, il fatto di sbattere il grugno contro qualcuno che rileva un loro errore.
    Non dicono che il mondo è bello perchè è a-variato???? :))
    Io non devo assolutamente parlare perchè di erroraci ne faccio tanti, di ortografia o di battitura. Il fatto è che mi sfuggono anche alla rilettura.. sob sob!
    Comunque, se ne trovate (eccome se ne trovate!) nei miei post e/o commenti, segnalatemeli pure. Non mi offendo affatto... magari vi tolgo il saluto quando ci incontriamo tutte le mattine per il solito caffè... ahahhahahahahahaha
    Nooooooo! Se ci incontrassimo per un caffè ve lo offrirei pure con la pazienza che avete con me!

    RispondiElimina
  5. Comunque sarà stato il t9. Gattini a tutti ^_^

    RispondiElimina
  6. Penso che questo tuo ex amico si sia comportato male e sia stato lui a peccare di un orgoglio fuori luogo. Una correzione in privato dovrebbe far piacere ( io la accetto anche in pubblico) ed essere interpretata come segno di amicizia non certo di molestia....in conclusione gente così meglio perderla che trovarla

    RispondiElimina