giovedì 14 aprile 2016

Lo scrittore Ernest Hemingway

All'incirca un mese fa mi sono trovato un visitatore sul blog spinto dalla chiave di ricerca: Lo scrittore Ernest Hemingway. Ora sapete bene quale sia la mia stima nei confronti del nobel americano e ho pensato di venire incontro a questo genere di ricerche redigendo un post con il proposito di offrire un servizio in merito. 

Sul mio blog ho più di cinquanta articoli che parlano di Papa e per un lettore assidui della rete e del mio blog credo sia anche facile recuperarli e andare a leggerli, ma ho pensato anche di dare una mano ai meno esperti aggiungendo a questo post i cinque articoli che ritengo più significativi 

1 - Dopo una lista di romanzi che Fabio Volo invita a leggere, postare un articolo con i libri consigliati per una buona e sana lettura da Ernest Hemingway è un po’ paradossale. 
I consigli di lettura di Hemingway 

2 - Non ho ancora le idee del tutto chiare in mente, ma credo si tratti di una nuova rubrica. A dire il vero pensavo a Lansdale per cominciare: domandare qualcosa sulla narrativa di Lansdale e poi fermarmi lì. Poi mi sono detto ma perché devo partire con Lansdale? Ci sono un sacco di scrittori da prendere in considerazione e con un po’ di malizia posso andare avanti a postare per un sacco di tempo articoli usando con un buon criterio. 
Dove si comincia con Hemingway? 


3 - A marzo dell’anno scorso avevo postato un articolo in cui elencavo cinque tra i libri preferiti da Ernest Hemingway, libri che lo scrittore americano consigliava vivamente di leggere. 
I sedici libri da leggere secondo Ernest Hemingway 

4 - Ieri è toccato a Celine e oggi tanto per non fare distinzioni tocca a Ernest Hemingway. Cinquant’anni anche per lui e spero proprio che per almeno una decina di giorni non ci sia nessun altro scrittore con il cinquantenario della morte da ricordare. Papa Hemingway però c’è e non posso tralasciarlo, d’altronde credo sia uno dei miei autori preferiti. 
Vade retro Satana 

5 -  La massima formulata nel titolo appartiene a Joseph Conrad e forse ha in parte ispirato l’esperienza giornalistica di Ernest Hemingway che lo aveva condotto a narrare, ricreandolo, solo quello che aveva visto di persona. Tuttavia, i suoi affezionati fan, sanno che sono state il gruppo di norme letterarie del “Kansas City Star” a forgiarne maggiormente lo stile. Sono, infatti, le centodieci norme che guidavano la prosa del quotidiano, dove Hemingway lavorò un anno, ad aver inculcato nell’autore quella sua esattezza descrittiva che ne ha fatto un marchio personale. 
Far udire, far sentire, far vedere 

Vi voglio bene. 

Grazie.

2 commenti:

  1. Magari a breve mi lancio nell'impresa :D (o i racconti o Festa Mobile!)

    RispondiElimina