giovedì 21 aprile 2016

I pro e i contro nella gestione delle pagine facebook

Gestisco diverse pagine facebook. Gestisco la pagina dedicata al blog: Blog di Ferruccio Gianola

Gestisco le pagine de i Serpenti Velenosi e de Il gatto che voleva essere un delfino, pagine dedicate ai miei progetti letterari. 

Poi mi occupo di seguire il piano editoriale di altre pagine facebook, rivolte ad altri settori. Forse è per questo, che oggi , che ho deciso di pubblicare un articolo dove evidenziare I pro e i contro nella gestione delle pagine facebook

Occorre fare una premessa. Il numero dei fan che contraddistingue una pagina non ha nessun valore. Potete avere centomila o un milione di fan, ma se non c'è interazione non andate da nessuna parte. 

Ovviamente se avete sulla pagina il bollino blu o il bollino grigio siete avvantaggiati e vedrete crescere la pagina in maniera organica, ma torno a ripetere che senza interazione non andrete da nessuna parte e farete sempre un buco nell'acqua. 

Andiamo a vedere i Pro: 

1 - Nulla rende come la qualità dei contenuti, siano essi popolari o di nicchia. Una pagina con contenuti di qualità avrà sempre l'argento vivo addosso. 

2 - Un altro sistema molto utile per la crescita delle pagine e per l'interazione si esse consiste nello sponsorizzare la pagina stessa o i singoli post. 

3 - Le condivisioni solo il sale delle pagina Facebook. Ogni volta che qualcuno condivide i vostri lavori la visibilità aumenta i maniera preponderante. 

4 - Lo stesso discorso in modo un po' più misurato vale per i commenti

5 - I like sui post e sulle pagine vanno sempre bene, ma devono essere spontanei. Non devono mai essere forzati. Ma non sono così essenziali: tre like valgono un commento, e tra commenti valgono una condivisione.  

Ecco i Contro

1 - Non invitate amici. Fino a qualche anno fa era uno dei metodi più usati per incrementare il numero di fan. Ora è terribilmente deleterio. Un invito non accettato è il modo migliore per precludersi in seguito la possibilità di far vedere la pagina per sempre. D'altro canto chi mette il like e poi non  interagisce segue lo stesso destino nel giro di pochi giorni.

2 - Evitate di taggare persone spesso. Una volta o due si può fare, a  facebook non piacciono i tag. Dopo un po' non li considera più e pensa che state solamente spammando. 

3 - Non comprate assolutamente fan per la pagina.  Uno dei modi più stupidi di buttare soldi, anche se si tratta di pochi spiccioli. Dateli in beneficenza se proprio li avete da regalare.

4 - Evitate link che vi portano direttamente fuori da facebook. I post del blog o del sito non sono indicati. Usate i programmi di abbreviazione dei link.  

Vi voglio bene. 

Grazie!

6 commenti:

  1. Spiegami l'ultima. Perché abbreviare i link? Portano comunque fuori, ma che vantaggio ne ho? Lo considera diversamente fb? Esempio oggi metterò il link ad un nuovo post. Consigli di accorciarlo? (che poi io solitamente lo inserisco e poi quando mi da l'anteprima lo cancello)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non portano fuori in automatico. I post diretti del blog non piacciono a facebook

      Elimina
  2. Facebook è un gran casino, anche twitter ma lì ho avuto riscontri in posta privata. Per i contatti produttivi linkedin rimane il top. Son gusti.

    RispondiElimina
  3. Concordo in pieno. Più che i fan servono i veri lettori. E non basta un click per essere certi che l'articolo è stato letto . Quindi meglio pochi ma buoni che molti elemosinati che si sono aggiunti per una sorta di cortesia

    RispondiElimina