martedì 22 marzo 2016

Il blog non è solo un gioco

Qualche anno fa ho decretato la fine del blogroll

L'avevo fatto dopo averne constatato l'inutilità ma sopratutto dopo averne verificato il peso negativo che un simile strumento rivestiva per l'indicizzazione nei motori di ricerca se non usato in maniera corretta. 

Allora la cosa mi portò qualche guaio. Gente offesa che mi scatenò addosso una battaglia fuori luogo convinta che gli stessi togliendo un certo tipo di pubblicità a cui aveva diritto solo perché la mia stesa piattaforma era inserita nel loro blogroll. Una guerra senza senso chi mi ha condotto nel giro di qualche tempo ad esularmi da un determinato ambiente. 

Non ho avuto conseguenze, la faccenda mi ha scocciato ma mi ha migliorato come persona e il mio blog non ha risentito di quei fatti tanto che e le cose sono andate sempre migliorando. 

Ma ora credo che incontrerò lo stesso problema perché ho intenzione di fare alcune modifiche, visto che mi sono reso conto che molti blog e siti che ho inserito nella pagina statica non sono più funzionanti o fermi da mesi. 

Un fattore che purtroppo nuoce a un blog. 
Il blog non è solo un gioco

Alla base ci possono essere dei progetti molto importanti e non c'è mai nulla di personale o mirato a qualcuno quando un blogger fa determinate scelte. 

Questo per dire che nei prossimi giorni andrò ad eliminare dalla pagina statica tutti quei blog e siti che non sono attivi. 

Nulla di personale, sia chiaro, ma voglio mettere le mani avanti, evitare rancori e vendette e dire le cose come stanno con chiarezza. Un blog fermo da mesi non serve a nulla. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

19 commenti:

  1. Io ho intenzione di mantenere il blogroll, ma elimino comunque periodicamente i siti fermi da più di due mesi.

    RispondiElimina
  2. Ma che cavolate, vendette rancori... fai bene vai per la tua strada. C'è già la vita a essere complicata ci mancano anche i turbamenti di chi non ha altro da pensare. Secondo questa logica avrei dovuto "radiarti" dal mio blogroll da tempo viste le tue visite centellinate, invece ci sei e ci rimani. Quando ho avuto bisogno ci sei stato e io non dimentico. Poi, insomma, io seguo i consigli che mi desti quando aprii il blog, cerco di essere generoso con gli altri blogger, lo faccio perché fa bene a me, se vengo frainteso o male interpretato per la mia foga partecipativa... pazienza, spento il monitor ci sono cose ben più serie cui devo pensare. Anzi Continuo a mettere in bacheca i blog degli altri. Inoltre, ci sono blogger che mi piacciono molto, tipo il toscanaccio che ha scritto nel commento qui sopra, e altri, e mi piacciono a prescindere da quanto io possa piacere a loro. Un minimo di maturità cazzo. Sempre avanti Ferruccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah le filippiche di Massimiliano!!! <3

      (chi ti interpreta male? dimmelo che intervengo!)

      Elimina
    2. Grazie Glò, difendimi, picchiali tutti hahahaha.

      Elimina
  3. Penso che ciascuno sia libero di condurre il proprio blog e apparati vari (blogroll, pagine statiche...) come meglio crede, tanto si capisce chi c'è veramente e sostiene, pure quando non commenta quasi mai.
    Se si pensa che basti inserire in un elenco un blog per sostenerlo... beh no. Di conseguenza esserci o meno conta soltanto facendo un discorso più complesso, che riguardi rispetto, supporto, mettersi a disposizione e alla pari. Ah quanti geni/maestri circolano! Come se gli altri fossero tutti idioti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, dovrebbe essere così!

      Elimina
    2. È così ;) E lo sappiamo tutti, proprio per questo le reazioni spiegano moltissimo.

      Elimina
  4. Fare ordine è positivo, nonostante gli impiccioni.
    Cristiana

    RispondiElimina
  5. Io prima tenevo un widget con segnalati tutti i blog che seguivo. Ora ho sistemato impostandolo in modo che mostri solo gli ultimi 10 aggiornamenti in ordine di tempo. Così rimane sempre aggiornato.
    Tra l'altro, parlando di blogroll, sono così sfigato che il mio s'è inceppato. Praticamente non posso più seguire blogger nuovi (limite 300 ho scoperto) e se provo a eliminare qualcuno che seguo, anche inattivo, non ne ho la possibilità. Sono intrappolato :(

    RispondiElimina
  6. E fai benissimo !! Ci sono molti blog "abbandonati lungo la strada" del web che non hanno più senso di esistere, figurati di rimanere nella pagina del tuo blog.

    Hai ragione quando dici "il blog non è solo un gioco" ... e io aggiungo che tutti quei blog abbandonati sono proprio quelli che sono nati solo per gioco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo troppi blogger bloggano come se fosse solo un gioco. Lo trovo dannoso!

      Elimina
    2. Vero, perché fanno perdere credibilità anche a chi lo fa seriamente.

      Elimina
  7. Scelta corretta ...sbaglia chi si offende

    RispondiElimina