giovedì 24 marzo 2016

Il bene e il male di Twitter

Il primo giorno di questa primavera è coinciso con il decimo compleanno di vita di Twitter

Ho letto molti post e articoli in giro per la rete che esaltavano le caratteristiche. D'altra parte anche la televisione gli ha dedicato alcuni servizi. 

Mi è piaciuto in particolare un lavoro di Andrea Torti dal titolo #LoveTwitter - per altri dieci anni (e oltre). Leggetelo e partecipate come ho fatto io. Il bene e il male di Twitter è il titolo che ho scelto io.

Nel frattempo facciamo gli auguri a Twitter e... 

Il bello di Twitter in cinque mosse... 

1 - La rapidità di esecuzione. Prima di terminare i 140 caratteri il tweet è in rete. 
2 - L'interazione con sconosciuti. 
3 - Lo spirito democratico: puoi contattare chiunque. 
4 - Incisività: i 140 caratteri obbligano a essere chiari.
5 - Semplicità.

Il brutto di Twitter in cinque mosse... 

1 - La boria di alcuni personaggi, proprio non sopporto più chi ti followa per defollowarti un'ora dopo. 
2 - La mancanza di un tasto edit
3 - I tweet sponsorizzati. Li odio. 
4 - Gli spammer. Altro fattore che odio. 
5 - Chi twitta solo le proprie cose. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

4 commenti:

  1. Grazie mille per la citazione Ferruccio, e per aver accettato la sfida :)

    Sì, gli spammer e gli auto-referenziali non sono il massimo...

    E chissà che a furia di sentirselo dire da tutte le parti, Twitter non si decida a darci finalmente la possibilità di editare i tweet!

    RispondiElimina
  2. Io qualche giorno fa ho festeggiato i 7 anni di twitter, sono uno che è passato prima di là e poi su Facebook. E' più utile di Facebook, ma certo, anche su questo social ci sono persone e comportamenti poco accettabili

    RispondiElimina