giovedì 31 marzo 2016

Cinque categorie di persone da evitare

Un post di questo tipo Cinque categorie di persone da evitare ha bisogno di alcune premesse doverose. La prima, doverosa è che non si tratta di un post frutto di qualche risentimento personale, anzi è più il frutto di una verifica personale, dato che durante la crescita in un modo o nell'altro sono passato attraverso queste categorie. 

La seconda premessa consiste nel fatto che pur parlando di persone il discorso può essere verticalizzato sui propri campi di interesse: siano essi quelli del blogging, della scrittura, della vendita, del management... 

Terza, forse la più importante, è legata alla nostra storia. Spesso non ci rendiamo conto che il nostro stesso ambiente o il nostro stesso stile di vita alimenta in modo esponenziale questi comportamenti negativi, quindi per la nostra affermazione e soddisfazione personale dobbiamo evitare... 

1 - Chi si piange addosso 
Sono terribili le persone che si piangono addosso. Tutto gli pare dovuto. Capricciosi ed egoisti... Un po' come la Deasy Buchanan de Il grande Gatsby

2 - Chi incolpa gli altri 
Da giovane è successo pure a me di non prendermi le responsabilità delle mie azioni. sappiatelo tutto quello che accade è frutto delle vostra azioni. Non è colpa di nessuno. Se qualcuno vi incolpa di qualcosa è perché non vale nulla. 

3 - Chi coltiva l'ignoranza 
Non passa giorno senza che davanti ai miei occhi non compaia qualcosa che mi faccia sentire ignorante. Non bisogna prendere tutto troppo sul serio ma davanti all'ignoranza bisognerebbe fare uno sforzo e segnare sopra un foglio tutte le cose importanti che si imparano. 

4 - Chi predica la falsa modestia 
Non è vero che il giardino del vicino è sempre più verde, ma non è vero neppure l'opposto. Gente che dietro l'accettazione di una vita umile e modesta critica tutto, trovando il male dappertutto specialmente in chi fa qualcosa di prezioso e di valore. 

5 - Chi è arrogante e prepotente 
L'autorevolezza è una delle qualità più belle che una persona può sviluppare. l'arroganza e la prepotenza sono invece cose da pagliacci, devono solo far ridere e non suscitare timori. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

15 commenti:

  1. E che dire degli opportunisti... che si avvicinano o si allontano da qualcuno o qualcosa secondo la loro convenienza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo dirlo io ma Ivano mi ha preceduta... :))
      Per gli altri concordo.
      Aggiungerei i saccenti, quelli che anche non sapendo o proprio per quel motivo, ti vogliono insegnare dal camminare all'andare sulla luna

      Elimina
  2. La quarta categoria è la peggiore, secondo me: sono i più difficili da individuare...

    RispondiElimina
  3. concordo pienissimamente su QUELLI CHE SI PIANGONO ADDOSSO
    per un po' li reggo (poverini, soffrono tanto...) ma alla fine li evito con cura

    RispondiElimina
  4. I miei parenti sono più di cinque: abbisognano di molte più categorie ^_^ postumi da delirio pasquale :P

    RispondiElimina
  5. La quinta categoria è la più facile da gestire, almeno per me che nella vita ho un carattere reattivo. Il resto... è pieno il mondo, e molti di coloro che notano certe caratteristiche negli altri sono essi stessi vittime dello stesso difetto, solo che lo chiamano in altri modi o si giustificano. Si chiama ipocrisia. La trave, la pagliuzza... se ne parla da un po'. Io ho imparato ha mandare letteralmente a cagare gli elementi nocivi intorno a me, sul lavoro e nella vita comune sono diventato abbastanza intransigente, la vita è troppo breve e non ho più voglia di giustificare i mentecatti.

    RispondiElimina
  6. La prima categoria è la più pericolosa in assoluto: sottrae energia e spegne la voglia di vivere. Una specie di aspirapolvere al negativo...brrr!

    RispondiElimina
  7. e che dire di chi si piazza davanti alla porta dell'autobus pur non dovendo scendere alla fermata seguente??!!

    RispondiElimina