domenica 21 febbraio 2016

A pranzo con Simenon

Il Commissario Maigret, famoso personaggio - come immagino tutti sapete - dello scrittore belga Georges Simenon, mi ricorda in maniera disarmante il mio nonno materno: quello interpretato dal Gino Cervi televisivo sia chiaro. 

Sia Maigret sia mio nonno mi ricordano anche i vecchi cibi robusti e poveri della tradizione e avrei pensato che anche lo stesso Simenon amasse in particolare questo tipo di cucina. 

Grazie invece a questa fonte di Viaggi Il messaggero

«Oggi il piatto forte dello chef sono le cozze, come si preparano in Belgio: servite in una pentola, insaporite con spezie e accompagnate da un piatto di patatine fritte. Era la pietanza preferita dal belga Simenon.» 

Ho scoperto che le affinità sono quindi più con Quasimodo che con mio nonno. Confesso però che si tratta di un piatto che gusterei con piacere pure io a pranzo, anche se dopo non accenderei la pipa. 


Avvenne tutto per puro caso! Il giorno prima Maigret non sapeva che avrebbe intrapreso un viaggio. Eppure si era in quella stagione in cui Parigi cominciava a pesargli: un mese di marzo effervescente, che profumava di primavera, con un sole chiaro, penetrante, già tiepido. 
La signora Maigret si era recata per un paio di settimane in Alsazia da sua sorella che aspettava un bambino. Martedì mattina, dunque, il commissario ricevette una lettera da un collega della Polizia giudiziaria che era andato in pensione un paio d'anni prima e si era stabilito in Dordogne. 
"...e soprattutto, se un vento propizio ti dovesse condurre in questa regione, ti raccomando di venire a trascorrere alcuni giorni da me. Ho una vecchia domestica che è contenta solo se ho degli ospiti. E poi comincia la stagione del salmone..." 

Vi voglio bene. 

Grazie.

14 commenti:

  1. Le cozze con le patatine fritte? Meglio all'impepata, oppure cariche di limone. Una volta era possibile pure mangiarle crude, ma oggi non rischierei la vita.

    RispondiElimina
  2. Simenon , Maigret a parte, ha sritto romanzi molto belli, angosciosi ed erotici ( sto leggendo quelli che 'Il Corriere della sera' pubblica ogni martedì).
    In questo altro genere di letteratura, penso che Simenon non abbia mai parlato di 'cozze e patatine', troppo normali.
    Ciao!
    Cristiana

    RispondiElimina
  3. Pagherei lo scotto di mangiare quel cibo barbaro pur di poter pasteggiare con Simenon, ah avere una macchina del tempo.

    RispondiElimina
  4. Gran bel personaggio il commissario Maigret :-)
    Molto strano l'abbinamento che fa il suo creatore,Simenon,a tavola,cozze accompagnate con le patatine fritte,però devo dire la verità,se le cozze fossero gratinate (piatto che adoro),banchetterei molto volentieri con lui...naturalmente non disdegnerei le patatine :-D

    RispondiElimina
  5. Cozze con patatine fritte non si può nemmeno pensare XD Simenon non l'ho mai veramente letto... :P Ho un romanzo da iniziare: Hôtel del ritorno alla natura... a breve, con gli altri millemila titoli -_-
    Buona serata ^^

    RispondiElimina
  6. Se vi capita di leggere "Pedigree", sempre di Simenon, potreste scoprire che in Belgio, almeno all'inizio del secolo scorso, un bambino, a metà mattina, aveva il sacrosanto diritto di bersi un ovetto fresco sbattuto...nella birra! Capitasse oggi ti arriva subito l'assistente sociale, ti denuncia e ti porta via i figli!

    RispondiElimina