mercoledì 27 gennaio 2016

Il momento giusto per pubblicare

Da almeno un paio d'anni pubblico gli articoli sul mio blog tra le sette e le otto del mattino. Sempre da un paio di anni, se non in condizioni eccezionali, non ho più l'occhio fisso sulle statistiche e sulle visite. 

D'altro canto il blog è arrivato a una tale maturità che sono in grado di diagnosticare il flusso del traffico e dei commenti sui singoli articoli sbagliando di pochissimo. 

Però le cose devono sempre essere fatte al meglio è ho perciò pensato di provare a cambiare la data di pubblicazione negli articoli programmati. 

Nulla di sconvolgente: i post saranno pubblicati qualche ora più tardi, per un periodo di tempo da valutare in base ai riscontri che avrò anche sui social di cui mi servo per promuoverli, dato che sono solito fare tutto - condivisioni eccetera - in quel lasso di tempo che ho evidenziato all'inizio. 

Detto tra noi credo che il successo di un articolo dipenda più che altro dal contenuto e dal grado di interazione che può suscitare e sono piuttosto scettico di affidare il tutto a un mero giro di orologio.

Qualcosa di simile, in verità, avevo già fatto con L'ora del post nel settembre del 2012. Era stato un buon test e ne scaturita una bella discussione. Tuttavia in questi ultimi anni, i lettori sono cambiati, come sono cambiati i meccanismi del web. 

Mi pare giusto allora cercare di cambiare qualcosa e trovare il momento giusto per pubblicare, magari anche con i vostri consigli e le vostre esperienze. 

Vi voglio bene. 

Grazie.

18 commenti:

  1. Curioso di vedere i risultati ;)
    Io da un po' di tempo non guardo più l'orario, ne il giorno di pubblicazione. Ho deciso che quando ho qualcosa lo pubblico e amen. Magari do solo un occhio alla chat di fb per vedere effettivamente se c'è gente online o se sono tutti a lavoro/scuola o nel pieno di qualche altra attività.

    RispondiElimina
  2. Anch'io tendo a pubblicare di mattina :)

    Per quanto riguarda la condivisione, tendo a diffondere i contenuti in Italiano intorno alle 7.30, alle 10.00/10.30, alle 12.30/13.00 e alle 17.30/18.00 - gli orari degli spostamenti e delle pause, insomma!

    Per i post in Inglese, invece, quasi ogni orario è buono: è una lingua globale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono gli stessi orari a cui faccio affidamento io.

      Elimina
  3. Pubblico alla notte anche se non c'è nessuno a quell'ora, ma così il post può essere letto anche da chi si sveglia alla mattina alle 6. E ancora peggio, perché so che è sbagliato, condivido subito tale post invece di farlo il giorno dopo ad orari migliori, ma così mi è comodo, perché non frequento i social, niente facebook, niente twitter e accedo a gmail una volta al giorno per leggere le condivisioni ricevute e spesso manco una volta al giorno, ma ogni 3-4 giorni e così accumulo condivisioni e articoli sui blog da leggere. Ho provato ad esser più costante, ma non è nella mia natura :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cit.: Sei un arista.
      Muahahahahah! LOL!

      Idem, come Mik... siamo arTisti noi XD

      Elimina
    2. Comunque un arista maschio visto che non c'è apostrofo tra la "n" e la "a". LOL!!!

      Elimina
    3. Mi sono mangiato una T artista!

      Elimina
  4. Forse è più rilavante l'ora di condivisione sui social

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio. Forse cambiando l'orario di pubblicazione del post sei obbligato anche a cambiare il tipo di presenza sui social.

      Elimina
  5. Forse è più rilevante l'ora di condivisione sui social

    RispondiElimina
  6. Non ho mai fatto caso a questo: d'ora in avanti vedrò se sento una differenza. Ciao, buona settimana

    RispondiElimina
  7. Io programmo i post per le 7.30 del mattino. Abitudine? Forse... mi era parso tempo fa che alcuni nottambuli venissero a visitare il mio blog e mi ero detta e se gli faccio trovare il post nuovo?
    E di lì, ho sempre postato in quell'ora. A meno che non mi venga in mente altro durante la giornata e allora pucìbblico il secondo post.
    Ciao Ferruccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano anni che postavo alla stessa ora, per qualche giorno provo a ritardare.
      Ciao!

      Elimina
  8. Di solito programmo l'articolo per la mattina del giorno dopo, dalle 8.00 alle 9.00. Per le condivisioni su Facebook ho visto che la sera dalle 19.00 alle 20.00 è sempre un buon timing, evidentemente è il momento prima/dopo la cena. Ho anche notato che abituare i lettori a una data ora/giorno di pubblicazione è molto comodo, anche come incentivo a scrivere di più >.<

    RispondiElimina