domenica 13 dicembre 2015

Le cozze scoppiate nella ricotta di Quasimodo

Non so molto di Salvatore Quasimodo. So che era di origini siciliane. So che è stato un poeta ermetico e un esimio traduttore di testi classici. So che è stato ed è un personaggio importante per la sua poetica. 

So che ha vinto il Nobel per la letteratura e di conseguenza è conosciuto in tutto il mondo. Ho qualche suo ricordo per quello che riguarda la sfera scolastica. Ma non credo di avere qualcosa di suo in casa, inteso come libri. 

Certo che dopo aver letto che le Cozze scoppiate nella ricotta sono il suo piatto preferito non ho potuto esimermi dal realizzare un post utile per la mia rubrica di cucina. Non ho mai provato una simile pietanza, detto tra noi neppure sapevo esistesse. 

Possiede però un qualcosa di stupefacente. Sembra un piatto non soltanto affogato nella ricotta, ma anche nella cultura e ne sento l'odore addirittura mentre sto scrivendo il post. Deve essere qualcosa di particolarmente gustoso e stuccante, e poetico. Anche in questo caso non so se fa parte delle specialità della Cucina Siciliana: è molto probabile. 

Ecco non ho altro da aggiungere se non l'incipit di quella che probabilmente è la sua poesia più celebre e una preghiera: se siete a conoscenza delle cozze scoppiate nella ricotta fatemelo sapere. 


Ognuno sta solo sul cuor della terra 
trafitto da un raggio di sole: 
ed è subito sera. 

Grazie! 

Fonti: Gambero Rosso

13 commenti:

  1. Cozze e ricotta??? Personalmente non vedo molto bene questa accoppiata...è in assoluto la prima volta che sento parlare di un piatto simile! Come sempre ti ringrazio per le tante "chicche"che condividi con noi :-) Ciao e buona serata Ferruccio

    RispondiElimina
  2. L'idea non mi pare malvagia, ma non ho assolutamente idea della ricetta (qui da me esiste un codice secolare su come si cucinano e non esistono troppe varianti - pena disconoscimento cittadino XD).
    E Quasimodo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...un dubbio: se fossero cozze scoppiate con aggiunta di ricotta salata (o comunque aggiunta successivamente)?

      Elimina
    2. Non ti so dire, sono solo un ambasciatore!

      Elimina
  3. In effetti si possono provare. Qua in Francia si fanno con il roquefort, accompagnate da patatine fritte. Si chiama moules et frites. Buono

    RispondiElimina
  4. Quell' "Ed è subito sera" è proprio l'emblema dell'ermetismo.
    Comunque io detesto i frutti di mare, lascio pure le cozze a Quasimodo, con o senza ricotta.

    RispondiElimina