domenica 6 dicembre 2015

Le bistecche di Mark Twain

Nelle settimane scorse, cercando in rete qualcosa di utile per permettermi di redigere un articolo domenicale con qualche chicca riguardante il cibo preferito dagli scrittori, mi è capitato di mettere il naso in diversi articoli che parlavano dei legami di Mark Twain con la cucina

La particolarità che più mi ha colpito di questi articoli consiste nel fatto che durante i suoi viaggi in Europa lo scrittore americano provasse un po’ quello che proviamo noi tutti comuni mortali quando ci troviamo all’estero: il desiderio cioè di mangiare cose di casa

In uno dei suoi resoconti infatti spunta una lista lunghissima di alimenti che sognava di mangiare mentre era in europa. Dalle frittelle di grano saraceno con sciroppo d'acero al pane caldo, dal pollo fritto al tacchino cucinato per il RingraziamentoDa tutte una serie di verdure di cui era ghiotto a granchi e tanto altro ancora. 

Tuttavia appare evidente che il suo piatto preferito fossero la tipiche bistecche americane, arricchite da pezzi di burro che si scioglievano sulla carne, magari con dei funghi come contorno. 

Se penso ai suoi eri che pativano la fame...


Voi non potete sapere niente di me, senza che avete letto un libro chiamato Le avventure di Tom Sawyer, ma non importa molto. Quel libro è stato fatto dal signor Mark Twain, che di solito ha detto la verità, o quasi. Qualche volta ha esagerato un poco, ma in genere ha detto il vero. È già qualcosa. Io non ho mai conosciuto nessuno che, in vita sua, non ha mai contato storie, se non è zia Polly, o la vedova, o forse Mary. Zia Polly è la zia Polly di Tom e di Mary; e della vedova Douglas se ne parla in quel libro, che è quasi vero. Con qualche ricamo, s'intende.

Grazie!

Fonti: Examiner

11 commenti:

  1. Ma la cucina americana è tosta, eh^^

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Stupisce che in Europa rimpiangesse la cucina americana, d'accordo per la nostalgia di casa, ma insomma... Mi pare, dalla fonte che hai citato, che odiasse proprio la cucina europea!
    La bistecca con fiocchi di burro non l'ho mai provata, del resto qui da me esiste (quasi) solo l'olio :D

    RispondiElimina
  3. La bistecca con il burro non l'ho mai fatta solo per un motivo,perchè la carne per me dev'essere stracotta altrimenti non la mangio,di conseguenza rischierei di bruciare il burro rendendo il tutto immangiabile...però... le fettine belle sottili (forse è meglio parlare di carpaccio ;-) ) cucinate con il burro hanno quel non so che in più che arricchisce il gusto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non esagero ma lo uso il burro con la carne, quasi più dell'olio

      Elimina
  4. La bistecca viene grigliata e il burro si mette sopra. Dovrebbe trattarsi di burro con le erbe (in Germania lo chiamano Kräuterbutter). Viene molto buona.

    RispondiElimina