giovedì 5 novembre 2015

Facebook non è Twitter che non è Google Plus

«Ve lo chiedo con la minchia in mano, che il cuore non è abbastanza: NON USATE TWITTER COME DISCARICA DI FACEBOOK Scollegate i due cazzo di account, evitando così che ciò che confezionate per Facebook finisca "monco" e distorto su Twitter. Sono due piattaforme diverse e richiedono un approccio alla condivisione diverso. Se Twitter non vi piace o non vi dà soddisfazione, non sarà certo popolando i vostri profili con condivisioni illeggibili che aumenterà il vostro feeling con la piattaforma. Piuttosto chiudete l'account. Ce fate più bella figura. Grazie.» 

Anche oggi, come l’articolo di ieri, rimango in tema di social, tutto perché non voglio lasciarmi scappare l’assist che ha mi lanciato ieri Simone Bennati - blogger di Bennaker.com - con uno status pubblicato sul suo profilo facebook, status che potete leggere tra virgolette. 

Non posso che essere d’accordo con lui, anche se il mio linguaggio probabilmente non sarebbe così esplicito e purtroppo non ho potuto usare un titolo spettacolare come il suo testo scritto in maiuscolo, ma credo che una piccola riflessione in merito debba essere fatta. 

Non immaginate a quanti profili twitter ho tolto la voce negli ultimi tempi proprio perché presentano tweet automatici presi in prestito da altri social. Tweed spesso illeggibili. 

Lo so, a volte si pensa soltanto alla comodità. 

Negli anni scorsi ho approfittato anch’io di applicazioni in grado di pubblicare simultaneamente i contenuti su diverse piattaforme, ma non sono mai stato del tutto soddisfatto dei risultati e con il passare del tempo ho deciso di abbandonare del tutto questa strada. 

Ritengo che la comunicazione debba essere prima di tutto un fattore in grado di suscitare emozione e un'emozione non può essere frutto di un'applicazione artificiale. 

Inoltre ogni social ha il suo modo di comunicare le emozione. Quello che diciamo in facebook non può essere detto allo stesso modo su twitter.  Facebook non è twitter e neppure su google plus e linkedin e tantomeno su Instangram e Pinterest. Per questo sono molto in linea con lo status di Simone

Insomma amici prendete le distanze, non bastano i Cuori e i Mi piace a rendere tutto uguale!

Grazie per la lettura.

27 commenti:

  1. Perfettamente d'accordo con te. Per me FB e Twitter sono due mondi agli antipodi, e come utilizzo l'uno non utilizzo l'altro. Per me confonderli è errore da dilettanti... forse all'alba dei miei primi tweet questa confusione l'ho avuta anch'io, ma il tempo di ambientarmi mi è stato sufficiente per comprendere che Twitter, a mio avviso, è il social per antonomasia.


    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio caso c'è voluto del tempo per apprenderlo!

      Elimina
  2. Infatti io ho tolto i collegamenti già da tempo... Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  3. Però mi sentivo molto figo quando tempo fa pubblicavo un post su twitter e in automatico compariva sia su facebook che su g+ :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per qualche tempo mi sono servito di un'applicazione che pubblicava sui social a raffica. Pensavo mi facesse bene e invece...

      Elimina
  4. Tutto giustissimo, ma un virtuoso del postare come lei, giustamente attento anche agli aspetti formali del testo ("i puntini di sospensione sono tre, e basta!") non può scrivere "un emozione" senza apostrofo! Noi che scriviamo su internet dobbiamo essere prima di tutto veicoli di un italiano corretto, come dei novelli Maestri Manzi. Grazie e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, grazie!
      Da vero "idiota" chi predica bene razzola male :-D

      Elimina
  5. Vero, danno fastidio anche a me! Solitamente però condividere al contrario, da twitter a facebook, rende l'immagine facebookkara più cool, sai... il potere degli hashtag (che la gente manco sa cosa siano). Facebook diciamo è facilmente adattabile ad ogni social, nel senso che se da uno degli altri lo condividi pure se facebook può andare bene, però non vale il contrario, come nell'esempio che riporti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da twitter a facebook non lo avevo mai neppure preso in considerazione.

      Elimina
  6. Io ho la condivisione automatica da Twitter a Facebook, poiché uso esclusivamente il primo ( nemmeno tanto, ormai).
    Se è un problema relativo alla comprensione di un testo pubblicato su Twitter sono d'accordo con l'autore della " sparata " iniziale del post, meno con i termini usati. :-p

    RispondiElimina
  7. Basterebbe prestare attenzione, sprecare due minuti in più ma rendere tutti i nostri profili social funzionali... :)

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Non uso Twitter, penso che ci sia il modo ottimale per utilizzare qualsiasi social, ma estenderei oltre. La comunicazione non è rigida, occorre adattarla alle occasioni. Non è certo una novità da social, anzi... direi che l'uso inappropriato sia rivelatore.
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  9. Sono d'accordo anch'io senza scomodare c**** e mazzi! ;)
    La concezione fra i due social è diversa, ciò che va bene per l'uno non sempre è consono all'altro. Io, perlomeno, le uso in modo differente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' ognuno ha il suo linguaggio! Se poi ci si fa capire meglio ancora!

      Elimina
  10. Sono d'accordo. Una cosa che non sopporto vedere su Twitter è il tweet "ho inserito una nuova foto su Facebook". A parte chi se ne frega... ma che senso ha?
    Oppure quei tweet in cui compare solo un link di FB e tu non capisci perché devi cliccarci e dove andrai a finire.
    Per me è sbagliatissimi collegare i vari social.

    RispondiElimina
  11. La diversità è un valore, e questo vale anche per il mondo dei social networks: lo devono capire tanto gli utenti quanto gli stessi team delle varie piattaforme, che spesso sembrano invece volersi inseguire l'un l'altro in una corsa senza senso, che rischia di portarli a omologarsi sempre più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un dei grandi difetti della società in ogni campo. A un certo punto si smette di seguire la propria strada e ci si confronta soltanto u ciò che fanno gli altri.

      Mi hai suggerito un post (Sempre che tu mi permetta di citarti e usare questo tuo commento)

      Elimina
    2. Vero. È di questi giorni per esempio l'abbandono della stellina su Twitter in favore di quel terribile cuoricino (che a tutti gli effetti è il like di facebook, mentre originariamente aveva un significato del tutto differente) *_*

      Elimina
    3. Uno è davanti e l'altro l'insegue

      Elimina
    4. Certamente, ne sarei onorato! :)

      Elimina
  12. Sono daccordo, quanto mi da fastidio quando uno ha un'account con ogni tweet collegato a facebook, ma dai! ma come si fa! Io li ho quasi tutti tolti da twitter. O fai un account seriamente oppure non seguirmi, io su facebook non ci sono quindi non voglio averne a che fare.

    RispondiElimina