sabato 19 settembre 2015

Mirko alla Conquista del Regno di Jolokìa di Antonio Moliterni in vetrina

Settimana dedicata la romanzo Mirko alla Conquista del Regno di Jolokìa di Antonio Moliterni. Che cosa accadrebbe se una principessa fosse rapita dal personaggio malvagio di turno e il cavaliere, il più coraggioso dell’intero reame, fallisse nell’impresa di liberarla? Probabilmente non ci sarebbe alcun lieto fine. Invece non è affatto così. Mirko non è un vero eroe, non ha poteri né forza e, anche, poco cervello. Mirko è uno qualunque, uno tra i tanti. È il classico ragazzino dallo stomaco insaziabile che, a causa del suo infinito appetito, sarà abbandonato nei meandri di un tetro bosco, come tra le più classiche delle fiabe dei Fratelli Grimm. E, si badi, Mirko non è un bambino ma un ragazzo. Un po’ troppo ingenuo, perché si fida di tutti e si lascia ospitare dalla classica strega che avrà intenzione di mangiarlo dopo averlo fatto ingrassare. Ridotta all’osso e senza più il becco di un quattrino, la Strega Pasticcera invierà Mirko in una missione suicida: impadronirsi del micidiale “Re Cobra”, un tipo di peperoncino che cresce solamente nel nefasto, tetro, lugubre e demoniaco Regno di Jolokìa. Ed è qui che l’avventura ha davvero inizio. Non mancheranno colpi di scena e incontri paradossali. 

Non mancheranno scontri mozzafiato all’ultimo sangue, ai quali parteciperanno un lupo intelligente ma tremendamente sfortunato, Cappuccetto Rosso (non indovinerete mai cosa sarà in grado di fare una bambina, così piccola e così… maledettamente terribile! Decisamente, miglior attrice non protagonista), la Strega Pasticcera e uno sfigatissimo e piagnucolone Mulicorno (un incrocio genetico tra un mulo e un unicorno). Una compagnia di sfigati contro un intero esercito del male che, uniti nel motto «Potere degli Sfigati!», dovrà fronteggiare orchi, maghi, stregoni, la terribile Principessa del Regno di Jolokìa e il Signore del Male, sovrano del Regno di Jolokìa e signore dei Draghi. Un entusiasmante scontro tra esseri sovrannaturali avverrà in un luogo in cui le risate vi faranno da sovrane. 

 Il primo Romanzo della collana Le Cronache del Non-Sense, curato, editato e revisionato, a cui sono state aggiunte alcune battute carine e, a tratti, paradossali. Un romanzo fantasy dove lo humor più sfrenato vi farà sbellicare dalle risate. Sconsigliato ai deboli di cuore. È preferibile leggerlo a stomaco vuoto. Un eccesso di risate potrebbe uccidervi sul colpo. 


In una landa oramai dimenticata e sperduta, in un tempo lontano, lontano, lontano, ma talmente lontano che per arrivarci bisognava prendere l’aereo, sorgeva un enorme castello ed un Regno. Sfortunatamente, a quell’epoca, gli aerei non erano ancora stati inventati e la gente viaggiava a piedi, oppure a cavallo. I più temerari cercavano di schiavizzare il povero dragone sputa-fiamme di turno che, per l’appunto, sentendosi infastidito, sputava le sue famigerate fiamme e faceva arrosto l'aspirante schiavizzatore sfigato. 
Ma torniamo a noi. 
Il Regno era governato dal suo buon sovrano e di questi ne portava il nome: Re Storante, famoso per le innumerevoli ricette cui i suoi cuochi risultavano insuperabili nel preparare e servire. 
Ma tutti i sudditi del regno erano davvero in gamba ai fornelli, re compreso e soprattutto! È solo grazie a quest’ultimo, infatti che, ancora oggi, noi possiamo assaporare il gusto ammaliante della sua più grande ricetta culinaria: infatti l'immenso regno di Re Storante portava il nome di quella che fu la sua più grande ricetta: la Maionese. 



Antonio Moliterni è laureato in Economia e Commercio presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Bari. Nel 2009, con la collaborazione di suoi due amici, da vita a The Empty Dream, sito web dedito alla valorizzazione delle band underground italiane che nel 2011 diverrà Testata Giornalistica online con lui come suo Editore, Proprietario e Direttore Generale. 

Musicista nel tempo libero, ex scout ed ex atleta, pubblica per conto dell’Arduino Sacco Editore nel 2011 Wolf’s Eyes, a cui seguiranno due sequel. Il 18 dicembre 2011 Wolf’s Eyes viene premiato come romanzo partecipante al concorso Di Verso In Verso, entrando nella top 10 dei finalisti. 

Alcune Pubblicazioni: 1. Wolf’s Eyes, Roma, Arduino sacco Editore, 2011 2. Wolf’s Eyes, Amazon (eBook, 2013) 3.Wolf’s Eyes – Mìngyùn, Amazon (formato e-book e brossura), 2013 4. Wolf’s Eyes – Piacŭlum (Director’s Cut), Amazon (formato e-book), 2013 5. Mirko alla Conquista del Regno di Jolokìa – Edizione Restaurata (Le Cronache del Non-Sense: la Fiaba


Per partecipare alla vetrina, ora anche su google plus, seguite le istruzioni su Una settimana su facebook, oppure scrivete a Ferrugianola@hotmail.com Grazie per la lettura.

6 commenti:

  1. " Un romanzo fantasy dove lo humor più sfrenato vi farà sbellicare dalle risate. Sconsigliato ai deboli di cuore. È preferibile leggerlo a stomaco vuoto. Un eccesso di risate potrebbe uccidervi sul colpo."Veramente??? Bene,allora è la lettura che fa per me in questo periodo...ho bisogno di ridere :-D Grazie per la segnalazione Ferruccio,buon fine settimana !

    RispondiElimina
  2. Potrebbe essere un ottimo esperimento :D

    RispondiElimina
  3. molto simpatico, lo condivido subito!

    RispondiElimina