mercoledì 25 febbraio 2015

Caro blogger, sei solo un vigliacco

Pubblicare post che hanno a che fare con i commenti anonimi giunti in risposta ai miei articoli non è una novità sul mio blog, Ne ho parlato in Ritorno alla moderazione dei commenti e anche in Come lottare contro i commenti spam

Ne ho parlato anche in un altro articolo, forse più adatto e in linea con il post di oggi, purtroppo è stato etichettato male e non sono ancora riuscito a ritrovarlo. 

Oggi ritorno a sollevare il discorso dopo aver ricevuto domenica questo scritto anonimo

Caro blogger, sei solo un vigliacco, non hai neppure il coraggio di pubblicare i commenti che ti contestano, complimenti 

Dunque i commenti che ricevo non sono sempre favorevoli e trovo sia un fatto del tutto naturale. A quale blogger non accade? 

E non sempre, penso io, si tratta di troll o simili (come quello appena mostrato). 

In alcuni casi si tratta di commenti dettati da motivazioni accettabili e meritevoli di apparire nei form degli articoli incriminati, ma quando sono inviati senza una via riconducibile al vero autore, capite subito che non si può pubblicare. 

E non ha nulla a che fare con l’essere un vigliacco

Le esperienze e le interazioni avute in questi ultimi anni di blogging mi consentono ora di reagire e superare con una certa freddezza agli attacchi gratuiti che mi giungono e non ci tengo a mettere le mani in un vespaio. 

Questo è solo un invito, rivolto a chi è solito commentare, senza mostrare la faccia, a farlo apertamente. Con un nome ben riconducibile non ho nessun problemi a pubblicare ciò che scritto in un commento, visto che in questo caso ci si assume la paternità di quello che si dice. 

Grazie per la lettura!

25 commenti:

  1. I commenti di spam che ricevo io sono vera e propria spam, scritti in inglese e con tanto di link strani... Vorrei avere il piacere di essere contestata ogni tanto, ma probabilmente non pubblico contenuti abbastanza caldi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io pubblico contenuti polemici, ma qualcuno fraintende forse

      Elimina
  2. Sai, Ferru, a volte, navigando sul Web, ho come l'impressione di andare indietro nel tempo e ritornare ai banchi dell'asilo, solo che allora noi eravamo "bimbiseri", oggi, questi anonimi son tutti bimbiminchia ^_^

    P.S.

    @Paola: Credo che qui si tratti di "rosicchiamento" del successo fi Ferru come blogger :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se uno si presentasse senza nascondersi dietro l'anonimato di potrebbe cercare ti intavolare una discussione

      Elimina
  3. Esatto! oltretutto (e questa è la grande stupidità dell'anonimo), l'interlocutore potrebbe guadagnarci in visibilità... e nun se schiatta 'o fegato :-D

    RispondiElimina
  4. Fa un po' ridere leggere un'accusa di vigliaccheria fatta da qualcuno che mantiene l'anonimato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già è quello l'aspetto grottesco, e il motivo per cui ne ho fatto un post

      Elimina
  5. A volte un bel "Vaffa....." a qualche commentatore troppo ardito, ci sta proprio bene!

    RispondiElimina
  6. Mah, credo sia una grande qualità saper estrarre il buono di ogni cosa ed in questo caso Ferruccio, direi che ci sei riuscito: l'anonimo commentatore, suo malgrado, ti ha suggerito un ottimo titolo. Io ad esempio, vedendolo sul mio elenco blog, mi sono sentita punta (come blogger) credevo fosse un post artatamente provocatorio e mi sono precipitata ad aprirlo incuriosita.... :-D

    RispondiElimina
  7. Credo che se c'è un vigliacco sia proprio colui che si nasconde dietro l'anonimato e pensa di poter sputare sentenze sminuendo il lavoro altrui...Sicuro che ognuno di noi può esprimere la propria opinione,positiva o negativa che essa sia,purchè lo faccia anche con un nickname riconducibile però a persona che nulla ha da nascondere,ma non con ANONIMO ! Purtroppo però in rete c'è di tutto e di più...e non mi allungo con il discorso perchè dopo ciò di cui sono venuta a conoscenza ieri riguardo alcuni elementi che hanno pagine su facebook,sono sin troppo basita,ho avuto conferma che in troppi si dovrebbero nascondere! Nascondere non solo dalle persone serie,ma proprio dalla faccia della terra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda in realtà il commento non mi ha toccato, spero solo che serva - questo post - a stimolare tutti coloro che commentano a mettere il loro nome

      Elimina
  8. Ci sono persone che impiegano male il proprio tempo, liberissimi di farlo comunque.
    Sono gli stessi che polemizzano senza ragione, che dicono l'opposto di quel che hanno affermato appena ieri, persone che non hanno altro mezzo se non quello di rompere le scatole per avere attenzione.
    Questo avviene ovunque nel web, forum, siti, blog, Fb, ecc.
    Ah, dimenticavo! Anche nella vita definita reale. Come se, pure in quella, non ci fossero persone simili e false.

    Che soavi pensieri! ^__^ Ciao Ferruccio! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Glò
      Il mio tentativo è comunque quello di far cambiare approccio, grazie :-)

      Elimina
  9. Io ho questa politica: gli anonimi non li blocco, perché per questioni logistiche molti possono trovarsi a commentare non loggati.

    Se l'anonimo è fastidioso rimuovo i commenti, prima o poi si stuferà. Sono solo persone tristi che non hanno una vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripeto, se arriva un anonimo con un commento sensato andrebbe pubblicato, ma molte volte il sottile divario tra un anonimo serio e un troll mica si coglie

      Elimina
  10. I commenti anonimi non li sopporto neanche io. Ultimamente me ne sono arrivati due, che non ho approvato, anche se non erano attacchi o critiche, ma commenti normali. Però l'anonimato mi dà fastidio. Così prima del form dei commenti ho aggiunto questo messaggio:

    "Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati."

    Non capisco il motivo di commentare in forma anonima, specialmente poi se non stai attaccando o criticando nessuno. Quindi polso di ferro contro chi non si prende la responsabilità di ciò che scrive.

    RispondiElimina
  11. Ciao, mi ero persa questo post a quanto pare....
    Mi pare sensato tutto quanto ho letto. Visto che tutto quanto finisce in rete in rete resta, mi pare sciocco restare anonimi.
    Tanto penso che si possa sempre risalire all'autore.
    In più, prendersi la responsabilità di quello che si dice mi pare solo gesto civile e segno di maturità.
    Io ho una lettrice anonima ma si firma sempre e so benissimo chi è. E' anonima solo perchè non si è iscritta al blog e non ci sono problemi.
    Commenti spam... sinceramente è tanto che non ne ricevo ma erano in inglese e messi subito in spam da blogger.
    Solo una volta, su un post ho trovato una persona che ha risposto con tanto di nick dicendomi che se lei non evade non mangia... non queste le parole ma il succo era chiarissimo.
    Beh.. contenta lei di dichiararlo pubblicamente, affari suoi. Almeno però il nick lo ha messo.
    Gli altri... c'è un paese che si chiama Fanc...onia!!!!!! Perchè non vanno a farci un giro?????
    Scusa la parolaccia!!!!! :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io degli anonimi che si firmano e che conosco bene. Il caso in questione credo sia solo opera di un troll. Ma ne ricevo molti di anonimi che non hanno intenzione di trollare, siccome spesso non li conosco li invito a farsi avanti

      Elimina
    2. E mi pare giusto!
      Se vuoi soltanto interagire, puoi anche non essere iscritto al blog ma un nome in fondo allo scritto ci vuole!

      Elimina
  12. Non mi è ancora mai capitato di ricevere commenti di quel tipo, più da hater che altro, ma ho l'impressione che non mi metterei grossi problemi a cestinarli. Credo che il blog sia uno spazio dedicato a chi ha voglia di condividere con me qualcosa che non sia la semplice voglia di spandere negatività gratuita. Chi non condivide nemmeno il suo nome non esiste, quindi non c'è niente di male nell'eliminarlo dai commenti.

    RispondiElimina