martedì 27 gennaio 2015

Il mio cinquantesimo post

Non spaventatevi per il titolo Il mio cinquantesimo post, sono molti di più. Ma sapete com’è a certe idee non si guarda in bocca. Belle o brutte che siano, anche se quelle che vengono a me sembrano sempre ottime. 

Insomma mi pare sempre che sia un qualcosa che valga la pena mettere su carta, ehm su blog. Nel caso specifico pensavo a un modo simpatico adatto a riproporre cose del passato e il mio cervello ha partorito questa specie di operazione di revival

So che molti contenuti del mio passato di blogger sono accattivanti e molto piacevoli e siccome nel tempo molti lettori si sono aggiunti che c’è di male nel ripresentarli in un'altra ottica e con un altro vestito?

Magari li trovate divertenti, magari li potete trovare utili. Non so. 

Per svolgere questa operazione ho però deciso di seguire delle regole precise, anche per non continuare all’infinito. 

Quello di oggi per esempio è il mio cinquantesimo post, redatto e pubblicato il 27 maggio del 2010: un semplice giochino letterario che potete anche risolvere senza andare a vedere la soluzione nel post originale linkato in fondo al post se proprio non potete farne a meno.    

Nelle prossime settimane ne seguiranno altri tre: il centesimo, il cinquecentesemo e il millesimo (il due millesimo l’ho pubblicato sotto le veste di Natale e il primo è apparso in diverse occasioni), manca il decimo, ma l'ho scartato perché si trattava di una semplice recensione di un libro scomparso dal mercato.       

Tornando intanto al giochino vi dico che il primo personaggio da indovinare è colui che racconta la storia narrata: si tratta di un giovanotto, figlio di un ricco industriale, che sceglie di non lavorare nell’azienda paterna, ma, anche seguendo il consiglio dei suoi maestri di storia e morale, si arruola volontario in un corpo militare assai speciale. 

L’altro, invece, si tratta di un personaggio secondario: una deliziosa bambina che si muove in un thriller ambientato nel Texas orientale negli anni trenta, durante la Grande Depressione. Un personaggio che, in compagnia del fratello (l’io narrante della storia), affronta un leggendario uomo capra tra razzisti spocchiosi, misteri che emergono dal passato e antiche storie d’amore. 

Ne aggiungo un terzo (non presente nel post citato, ma facile da indovinare):  un giornalista, reso impotente da una ferita di guerra, innamorato di una divorziata particolarmente a suo agio con gli uomini. 

Conosci questi personaggi? 

Grazie per la lettura!

12 commenti:

  1. Per i personaggi ci sto pensando, ma in verità adesso mi stavo scervellando con un altro indovinello che riguarda la classificazione spazio-temporale del termine "Post-Revival". Insomma, il tuo 50° va collocato nel futuro o nel passato?

    ^_^

    RispondiElimina
  2. Fai bene a riproporre i post più vecchi, anche io ho ben due rubriche che pescano dal passato!
    I personaggi... umh, così mi è difficile indovinarli!

    Moz-

    RispondiElimina
  3. La trama del terzo mi suona molto familiare, ma non riesco ad afferrare il ricordo.
    Il secondo ha una trama decisamente accattivante, ma non mi pare di conoscerlo.
    E' il primo Fiesta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scarnificato la trama del terzo per non offrire troppe facilitazioni
      fuochino

      Elimina
  4. Io sono andata a guardare perché non ne avevo capito nemmeno uno! :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede, non è un problema, ho messo il link apposta
      grazie Alessia

      Elimina
  5. Bene, non ne avrei azzeccata una! XD Libri che non ho ancora letto!
    Bell'idea, però! ^^

    RispondiElimina