venerdì 12 dicembre 2014

Nato negli USA, parola di Bruce Springsteen

Wikipedia
Leggo Otium da molto tempo. Quando non sono in tournée o non mi trovo in studio di registrazione, in poche parole quando mi posso permettere di rilassarmi un poco, leggo sempre volentieri i post del blog. 

Mi divertono e mi rilassano e soprattutto mi tranquillizzano. Mi piace anche l’autore ed è per questo che ho deciso di regalargli questo contributo. 

Conosco la sua passione per Hemingway, per i Nativi d’America e per la narrativa americana in generale e sono convinte che se fosse nato negli Stati uniti avrebbe fatto queste dieci cose. 

1 - Se fosse nato negli Stati Uniti non in Italia è assai probabile che parlerebbe la lingua inglese come lingua madre e questo gli permetterebbe di incamerare un bel cinquanta per cento in più di ciò che legge normalmente su web. 

2 - Se fosse nato negli Stati Uniti e non in Italia… magari in un territorio delle grandi pianure è assai probabile che il mito per i Nativi d’America e l’amore per il west sarebbe ancor più accentuato e molto probabilmente ora sarebbe un ottimo autore di successo visto che avrebbe scritto una caterva di romanzi western

3 - Se fosse nato negli Stati Uniti e non in Italia, è assai probabile che con un blog come Otium scritto totalmente in inglese, guadagnerebbe a sufficienza per vivere decentemente come blogger e basta. 

4 - Sono convinto che se fosse nato negli USA l’autore di questo blog, oltre a scrivere, sarebbe in giro dalla mattina alla sera a fare selfie con i serpenti a sonagli. 

5 - Se fosse nato negli Stati Uniti amerebbe la melassa e la salsapariglia, invece della mortadella.

6 - Se fosse nato negli Stati Uniti non avrebbe visto visitato dieci volte Roma e Venezia, ma avrebbe compensato con qualche vacanza nel Teton Park o nella Monument Valley e non sarebbe lì a rimuginarla da sempre. 

7 - Sono convinto che se fosse nato negli Stati Uniti sarebbe venuto ai miei concerti e magari lo avrei conosciuto di persona. 

8 - Se fosse nato negli USA pagherebbe meno tasse. 

9 - Se fosse nato negli Stati Uniti studierebbe l’italiano come seconda lingua e metterebbe da parte i soldi per fare un grande viaggio nel bel paese di Dante. 

10 - Ora se fosse nato negli Stati Uniti non sono in grado di dirvi se fosse più appassionato di baseball o football, ma di sicuro non sarebbe un povero tifoso, come è adesso, di quella squadra di calcio milanese a strisce nerazzurre

 Grazie del tempo che mi avete dedicato: Bruce Springsteen 

PS - Questo post è frutto di pura fantasia.



8 commenti:

  1. Appena divenne molto famoso in Italia lo divenne in modo veloce e dirompente e come tutte le mode che tutti seguivano io lo odiavo.

    Iniziai ad apprezzarlo solo 20 anni dopo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure a me piaceva molto da ragazzino. Ora però lo considero uno dei pochi artisti rock autentici, personaggi che non si limitano a fare il verso a se stessi

      Elimina
  2. E magari se fosse nato negli Stati Uniti il suo blog si sarebbe chiamato leisure ? Molto meglio otium :-D

    RispondiElimina
  3. Ma sei italiano e puoi goderti, nel bene e nel male, il paese più figo del mondo^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Sono anche io sulla stessa linea di Moz. Può darsi che se tu fossi nato in Usa il post di oggi suonerebbe così: Nato in Italia, parola di Jennaro Napulitano! :-)

    RispondiElimina