sabato 6 dicembre 2014

Garden Village di Pasquale Capraro in vetrina

Una bella idea per un regalo natalizio è il romanzo Garden Village di Pasquale Capraro, pubblicato da Edizioni Cinquemarzo - opera che trova posto nella vetrina settimanale

Nel libro, l’autore d’origine salentina, affronta con eleganza e ironia, usando uno stile originale, ricco di dialoghi e in maniera divertente, tematiche importanti come la felicità, la vita, la morte, la spiritualità e il senso di colpa. 

Il tutto attraverso gli occhi di Sergio, catapultato forse nell’aldilà o forse in un limbo che altro non è che l’anticamera del trapasso. 

Un’avventura surreale che porterà il protagonista a vivere in un’altra dimensione un’esperienza straordinaria, fondamentale per compiere un proprio percorso interiore: 

Oddio che buio! Non vedo niente. 
“La luce!” Grazie. 
Ma ci sarà qualcuno? Che terribile silenzio. “Oh! Mi sentite?!” Niente. Ma dove sono finito? Parlo da solo come un pazzo, maledizione! Un istante prima stavo fischiettando e ora mi pare di esordire sul palcoscenico di The voice. 
Strano però, dovrei aver paura e invece mi sento tranquillo. Non vedo niente, ma proprio niente. 
Ho guardato bene per scorgere in questo nero una scheggia di luce, un lampo colorato, puntini o virgolette, ma niente per ora; però associo questo istante alla sera in cui partecipai al corso di meditazione. 
Il maestro disse: “Dapprima noterete il buio, poi visualizzerete una forma e dopo vedrete una scintilla.” 
Dove? Mi chiesi. Quando? 
Rimasi lì, fermo a perlustrare l’oscurità in tutta la dimensione visibile al mio schermo ottico. Poi, dopo aver pensato per due minuti - ma perché sono venuto qui e chi me l’ha fatto fare - feci il furbo: sollevai lentamente la palpebra per vedere se qualcun altro dei partecipanti aveva gli occhi aperti. 
Nessuno! Tutti erano inchiodati al loro posto, immobili come le statue dei faraoni. 



Pasquale Capraro, è nato a Gallipoli nel 1959. Artista e scrittore, è guidato da un'innata ispirazione che lo spinge a creare e a confrontarsi su generi diversi rivelandone la sua eclettica personalità. 

Esordisce nel campo della narrativa nel 1995 con il romanzo “Rose del Sud” (Edizioni del Grifo – Premio Internazionale Artistico-Letterario Cav. Benedetto Romano – Lecce, 1996). 

Con Edizioni Cinquemarzo pubblica nel 2011 “Il bacio della sirena”, un giallo sentimentale e nel 2012 “Il tessitore di stelle” un fantasy/thriller (collana Erato). Fanno seguito i piccoli racconti “Luna Piena” e “Un saggio consiglio” (collana Penelope – Libri d'attesa). Garden Village, di genere fantastico/umoristico, è la sua ultima creazione (collana Talia). Sito autore: www.pasqualecapraro.it 


Per partecipare alla vetrina, ora anche su Google+, seguite le regole e le direttive richieste al post: Una settimana su facebook,  
oppure scrivete un messaggio a ferrugianola@hotmail.com




3 commenti:

  1. Premetto che trovo "grigi" i censori, ma, nel contempo non riesco ad esimermi dal criticare le forme di inglesismo nell'arte scrittoria italiana che secondo me è la più bella oltre che tra le più antiche del mondo. Detto ciò: largo ai giovani scrittori :-)

    RispondiElimina
  2. Trovo il tema trattato molto interessante,ho già letto alcuni libri con la stessa tematica perchè sono "attrata"(?) dalle tante testimonianze di persone che hanno vissuto questo tipo di trapasso,per il 90% descrivono tutti la stessa scena e le medesime sensazioni...chissà se sarà veramente cosi...chissà ! Non conoscevo sinora Pasquale Capraro .

    RispondiElimina